Quante calorie hanno i cocktail più famosi da bere

Forse non ci fai abbastanza caso, ma i cocktail alcolici possono avere un certo peso in termini di calorie assunte visto che sono composti da alcol e da succhi di frutta, abbiamo ordinato quelli più famosi dal più leggero alla mazzata finale

da , il

    Calorie cocktail

    Quante calorie hanno i tuoi cocktail preferiti? Se vuoi dimagrire e/o tenere sotto controllo il tuo peso corporeo allora è un elemento sul quale non devi mai soprassedere. Non è una novità che l’alcol faccia ingrassare, d’altra parte trattasi di un alimento ricchissimo di zuccheri che si ingerisce con grande facilità in quanto liquido. Nei drink tutto viene accentuato dai vari mix e da cosa viene aggiunto. Quanto sono “pesanti” i cocktail?

    Ci sono long drink che ti scoli senza troppa fatica e ti sembrano quasi acqua un po’ più gustosa e che ti fa divertire, ma possono darti mazzate clamorose superando abbondantemente addirittura le calorie di un pasto. Qualche piccolo spoiler? Lo Spritz è piuttosto leggero mentre la Piña Colada va giù pesantissima. Scopriamo tutte le calorie medie di ognuno dei drink più popolari.

    Spritz – 90 calorie

    Spritz

    Lo Spritz è composto da Prosecco, acqua frizzante o seltz (che ha zero calorie) con l’aggiunta della parte di Aperol o Campari senza dimenticare ghiaccio in quantità, una guarnizione con fettina di arancia. Leggero e facilmente digeribile, è tra i meno pesanti.

    Gin Tonic – 120 calorie

    Gin Tonic

    Come dice il nome stesso contiene Gin in quattro parti insieme ad acqua tonica in sei parti. Entrambi apportano diverse calorie, ma non esagerano. Naturalmente, più è carica la parte alcolica più si sale in modo vertiginoso.

    Bloody Mary – 130 calorie

    Bloody Mary

    Composto da diverse parti vegetali e dedicato alla regina d’Inghilterra Maria Stuarda, famosa per la sua indole sanguinaria, è composto da tabasco, succo di pomodoro, salsa Worchester, sedano, rafano, un po’ di succo di limone, sale, pepe nero e di Caienna infine vodka che da sola apporta metà delle calorie.

    Manhattan – 150 calorie

    Manhattan

    Direttamente da fine Ottocento dal bar del Manhattan Club di New York si beve nella coppa del Martini con 5 cl di Whiskey, 2 cl di Vermouth rosso e una goccia di Angostura. Raffinato nel sapore e nell’aspetto, è abbastanza calorico.

    Martini – 170 calorie

    Martini

    Abbiamo detto Martini? Ebbene, è composto da Gin in 6 parti e una parte di Vermut Dry. Completa il tutto un’oliva nello stuzzicadenti. Semplice, ma abbastanza pesante.

    Negroni – 180 calorie

    Negroni

    Divisi esattamente con un terzo di Gin, un terzo di bitter Campari e un terzo di Vermut rosso con il primo componente che viene sostituito da spumante o Prosecco nella versione sbagliata, con leggermente meno calorie.

    Cuba Libre – 180 calorie

    Cuba Libre

    Facile facile nella preparazione con due elementi molto calorici come la Coca Cola degli USA e il Rum di Cuba con l’aggiunta di succo di lime.

    Cosmopolitan – 210 calorie

    Cosmopolitan

    Sfondiamo la barriera delle duecento calorie con il Cosmopolitan che è formato da Vodka, Triple sec, Cointreau, succo di lime e succo di mirtillo, tutti molto zuccherati.

    Mojito – 240 calorie

    Mojito

    Popolarissimo, bevuto in grandi quantità e piuttosto carico di calorie il mojito fatto da un pestato di zucchero di canna, menta marocchina, rum ambrato invecchiato 3 anni e spicchi di lime terminando con la soda.

    Caipirinha – 250 calorie

    Caipirinha

    La brasiliana Caipirinha è fatta da Cachaça che è zuccheratissima dato che deriva dalla canna da zucchero, succo di lime, zucchero di canna e ghiaccio.

    Mai Tai – 300 calorie

    Mai Tai

    Il Mai Tai – che significa buono in thaitiano – arriva anche a 300 calorie con il suo mix di Rum chiaro, Rum scuro, Curacao, succo di lime e sciroppo di orzata.

    Sex on the Beach – 320 calorie

    Sex on the beach

    Questo popolare long drink contiene vodka, liquore alla pesca, succo di arancia e succo di Cranberry ossia il mirtillo americano, tutti elementi molto zuccherati e dunque molto calorici.

    Margarita – 400 calorie

    Margarita

    Il Margarita non scherza con le calorie visto che accoglie Tequila, succo fresco di lime o limone, eventualmente sciroppo di frutta per un conto salato. Anzi, dolce.

    Piña Colada – 620 calorie

    Pina Colada

    Terminiamo con il pezzo da novanta, anzi da seicentoventi come la Piña Colada che unisce elementi bombardieri come Rum bianco, succo d’ananas e latte di cocco. Occhio che basta farsene tre per coprire praticamente il fabbisogno giornaliero.