Massaggio muscolare: cos’è e come eseguirlo

Terapia vincente per tutti gli sportivi e non, il massaggio muscolare offre una vasta gamma di benefici per rimediare a contratture di ogni genere. Scopri tutto quello che c'è da sapere sui massaggi muscolari.

da , il

    massaggio muscolare

    Il massaggio muscolare consiste in una stimolazione manuale mirata sulle zone doloranti e sui muscoli contratti, rilassando ed eliminando gli spasmi. Si tratta di una manipolazione effettuata a scopo terapeutico per ridurre gli stati dolorosi, ma può essere consigliato anche per alleviare stress e tensione generale. È infatti rilassante e favorisce il benessere della parte tesa. Diversi sono i benefici, vediamo quali:

    Massaggio muscolare

    Quando si parla di massaggio muscolare s’intende una manipolazione ideata e messa in pratica per scopi che si possono definire terapeutici. Molto impiegato in ambito sportivo per rimediare a contratture e facilitare la ripresa fisica, il massaggio decontratturante prevede la stimolazione manuale di zone ben precise in funzione dell’area colpita dalla contrattura. Quest’ultima ricordiamo essere uno spasmo involontario, insistente e dolorosa dei muscoli scheletrici irrigiditi con ipertonia delle fibre muscolari. Però questa pratica non è a uso esclusivo di chi pratica sport, anzi tutti noi soffriamo dolori muscolari derivati da posture scorretti o movimenti innaturali.

    Come fare il massaggio muscolare

    Il massaggio muscolare deve essere praticato da personale preparato ed esperto del settore con un’adeguata conoscenza del corpo umano e delle manipolazioni che bisogna effettuare per sciogliere la contrattura e allentare la tensione muscolare. Un massaggio decontratturante male eseguito, infatti, può risultare inefficace e addirittura peggiorare la situazione con conseguente prolungamento dei tempi di recupero. In ogni caso, il massaggio muscolare si deve concentrare sulla zona o sulle zone interessate dalla contrattura, quelle maggiormente colpite solitamente sono: schiena; collo; spalle e gambe.

    massaggio decontratturante
    Foto Shutterstock | Microgen

    Ci sono diverse tipologie di manipolazione in base alle zone che andremo a trattare; di solito si effettuano prima manovre di frazionamento e sfioramento, che aiutano a migliorare la vasodilatazione e l’eliminazione dei liquidi che ristagnano negli arti e sull’addome. Seguite da manovre di sfregamento e impastamento, che vanno distinte in manovre di pizzicamento e impastamento profondo. L’intensità con cui vengono effettuate le manipolazioni dipenderà dal tipo e dalla localizzazione della contrattura muscolare che si deve risolvere. Va comunque precisato che nella maggioranza dei casi, per risolvere del tutto il problema, è necessario sottoporsi a più sedute. Di norma, una seduta di massaggio posturale ha una durata che varia dai 20 minuti fino ad arrivare ai 40-50 minuti circa.

    Massaggio muscolare: benefici

    Le manipolazioni possono favorire e stimolare la circolazione sanguigna e linfatica, oltre che generare una sensazione di rilassamento e di benessere generalizzato al termine della seduta. In alcuni casi, tuttavia, è possibile percepire anche una lieve sensazione d’indolenzimento in corrispondenza della zona trattata che dovrebbe risolversi in breve tempo. Un massaggio muscolare eseguito correttamente è in grado di ridurre tensione e rigidità muscolare che sintomo tipico delle contratture, ridurre il dolore percepito e migliorare la mobilità muscolare, favorendo di conseguenza una più rapida ripresa e guarigione.

    Come abbiamo detto, però, se non eseguito correttamente il massaggio decontratturante può avere risvolti negativi. Infatti, si può incorrere in danni muscolari con conseguente prolungamento della guarigione. Quindi affidarsi ad esperti è la soluzione migliore. Però, una terapia self-made sicura si può fare affidamento pistole massaggianti, che aiutano la ripresa e la mobilità senza il pericolo di controindicazioni.