I 5 migliori SUV da usare in città

Una panoramica dei cinque migliori SUV da usare in ambiente cittadino con le vetture più comode e confortevoli per il traffico classico di un centro piccolo o grande. I modelli più interessanti e a buon prezzo tra quelli crossover compatti

da , il

    I 5 migliori SUV da usare in città

    Quali sono i migliori SUV da usare in città? In condizioni di traffico che richiedono la massima visibilità possibile, facilità nelle svolte e nei parcheggi e consumi ridotti, i SUV più compatti possono davvero fare al caso di chi cerca un mezzo che possa garantire sicurezza e comfort massimo.

    Abbiamo scelto cinque modelli che ben si sposano con le necessità del classico guidatore cittadino: un pokerissimo di vetture che non costino in modo esagerato e che possano trasformare l’esperienza quotidiana in un piacere.

    Qui di seguito, la nostra selezione, ogni SUV è accompagnato da un’immagine che ne racconta il design e da una scheda tecnica con tutte le caratteristiche che queste vetture possono mettere sul piatto dalle dimensioni alle prestazioni del motore fino alle funzionalità peculiari che possono far pendere l’ago della bilancia verso uno o l’altro modello.

    Kia Stonic

    Kia Stonic

    Partiamo da un SUV davvero compatto e in grado di infilarsi negli spazi più ostici per i rivali di pari categoria. Kia Stonic si ferma a 152 centimetri di altezza (considerando anche le barre sul tetto) e predilige linee più sportive e slanciate per soddisfare anche l’occhio più esigente. Certo, dentro lo spazio non è esagerato e potrebbe essere non sufficiente per gli spilungoni, ma parliamo comunque di una percentuale non eccessiva di consumatori. Il bagagliaio conta su pianale che si può posizionare su due livelli, ma non è comodissimo per il carico e il divano non è scorrevole. Il cruscotto non si fa mancare display per il multimedia al centro della plancia e i comandi a volante sono ricchi e comodi. In strada tiene bene anche spingendo in curva, ma è molto rigida sui dossi. Gli allestimenti vedono motori 1.4 a benzina, tre cilindri 1.0 turbo e 1.6 a gasolio.

    Hyundai Kona

    Hyundai Kona

    Altro SUV compatto o crossover che dir si voglia, Hyundai Kona che sin dalla prima occhiata rivela la sua dedizione a linee sportive e a un pubblico più giovane, ma ha ricevuto qualche critica per fanali e fari a rischio grattata in parcheggio. Molto spaziosa e comoda all’interno, i colori accesi dei dettagli (rosso, arancione o verde lime) attirano lo sguardo. Notevole e apprezzabile l’head-up display sopra il cruscotto per avere tutte le informazioni senza distogliere lo sguardo. Per chi cerca potenza c’è il motore 1.6 benzina a 177 cavalli, ma per chi è più risparmioso l’1.0 a benzina è perfetto. Possibile supportare tutti i sistemi di assistenza alla guida per il massimo della sicurezza.

    Volkswagen T-Roc

    Volkswagen T Roc

    Stesso pianale della Golf per la T-Roc, crossover Volkswagen che si posiziona sullo stesso piano dei rivali in quanto a sportività e vivacità con linee dinamiche e aggressive con colori che possono abbellire il tettuccio e dettagli che ravvivano gli interni. C’è un cruscutto digitale e una plancia con plastiche non proprio di primissima qualità. Molto buono il baule, da 445/1290 litri (392/1237 nelle versioni 4×4) e possibilità di puntare su motorizzazioni 1.0 TSI, 1.5 TSI e 2.0 TDI da 116 CV a 190 CV. Anche qui tutti gli automatismi son ben presenti. Molto comoda in guida con il cambio robotizzato a doppia frizione e sette marce molto veloce, silenzioso e preciso.

    Mazda CX-3

    Mazda CX 3

    Altra crossover compatta, Mazda CX-3 è lunga appena 428 centimetri e si dedica più che altro a coppie dato che sul retro non c’è molto spazio. Il bagagliaio arriva fino a 350 litri e conta su un pavimento che si può posizionare in due modi, ma anche qui il carico è abbastanza alto. Interno curato e più discreto dei rivali, con un bello schermo da 7 pollici per il controllo della multimedialità e dei parametri. Per quanto riguarda la scelta dei motori si arriva fino a un 2.0 a benzina da 120 o 150 CV (con 4×4) oppure un 1.5 diesel da 105 CV anche qui con possibilità di 4×4. In strada è grintosa e stabile, con un grande equilibrio per prestazioni cittadine soddisfacenti.

    Volvo XC 40

    Volvo XC 40

    Infine, Volvo XC 40 che è molto spaziosa dentro con fino a cinque persone che possono accomodarsi senza per forza doversi schiacciare come aringhe. Notevole lo schermo da 9 pollici di diagonale per multimedialità e altri controlli (clima). Il bagagliaio è generoso, ma come gli altri pari-categoria con carico alto. Non è un SUV per tipi sportivi, ma più per chi vuole morbidità e comfort in curva e in parcheggio. Anche qui non mancano gli automatismi per la sicurezza. Diverse le versioni a disposizione come la D3 Momentum con cambio automatico o la D4 con trazione integrale, più cara.