Stanza Facebook: cos’è e come funziona

In questi tempi è sempre più difficile trovare il tempo per vedersi con le persone a noi care, quindi bisogna ripiegare sulle videochiamate. Ecco che Facebook ci offre la piattaforma ideale: la stanza Facebook. Vediamo nel dettaglio:

da , il

    stanza facebook

    Ormai le piattaforme che ci offrono la possibilità di vederci virtualmente sono sempre di più, specialmente in questo periodo. Ovviamente non anche Facebook ha creato la usa stanza per poter rimanere in contatto con i nostri cari. Infatti il social più famoso d sempre ha lancio il un nuovo servizio chiamato Stanza Facebook, che ci permette di conversare con diverse persone contemporaneamente e in più, a differenza di altre piattaforme, consente di unire alla conversazione anche coloro che non hanno un account.

    Leggi anche: Facebook Dating

    Stanza Facebook

    Il nuovo servizio lanciato da Facebook consente di creare stanze virtuali nelle quali possono entrare e comunicare in videochiamata fino a 50 partecipanti. L’utilizzo della stanza Facebook è gratuito e senza limiti di tempo. Gli unici requisiti per creare una stanza su Messenger o su Facebook sono la possibilità di comparire in video e inviare il proprio audio; all’interno delle stanze non esiste una chat testuale e in mancanza di elementi per parlare o farsi vedere l’accesso sarà vietato. Ecco cosa serve e come fare per creare una nuova stanza e invitare amici o sconosciuti.

    Stanza Facebook: come funziona

    La stanza Facebook si possono aprire all’interno di Facebook o della stessa app di messaggistica. Nonostante le conversazioni si svolgano in modo simile a quelle in una comune videochiamata, l’impostazione del servizio è leggermente differente. Per avviare la conversazione infatti non vengono effettuate delle chiamate, ma vengono inviati tramite Messenger dei semplici inviti sotto forma di link da seguire.

    I collegamenti nella stanza Facebook sono il fulcro del funzionamento della stessa: portano direttamente nella stanza creata chiunque li segua, e permettono così di dare vita a riunioni composte da amici, parenti o colleghi ma anche da sconosciuti che condividono interessi in comune con il tema scelto per la stanza in questione. In questo modo le stanze rimangono sostanzialmente con una porta spalancata, attraverso la quale chi possiede il link di accesso può entrare e uscire quando desidera.

    Leggi anche: Zoom App

    Ovviamente chi crea una Messenger Room può ovviamente decidere chi sono gli ospiti ammessi nella propria stanza, estendendo il passe-partout all’intera platea di amici o selezionando soltanto quelli esplicitamente invitati. Come seconda opzione per limitare o allargare i criteri di accesso è possibile inoltre fare in modo che i link d’invito abbiano una valenza universale, ovvero che possa seguirli anche chi non fa parte degli amici dell’autore, o perfino chi non ha un account Facebook.

    L’idea di fondo è che chi lo desidera possa dare vita a feste virtuali, alla visione in compagnia di film o serie TV, a ritrovi di allenamento, e altri tipi di aggregazione estendendo le proprie proposte anche al di fuori della propria cerchia di amici. Allo stesso tempo, anche le compagnie più numerose potranno finalmente conversare in libertà all’interno di una stanza, grazie al supporto massimo di 50 partecipanti.