21 frasi famose dei filosofi greci che vi renderanno uomini migliori

21 citazioni di filosofi greci pronte all'uso nella vita quotidiana che vi aiuteranno nel lavoro e non solo

da , il

    Scuola di Atene di Raffaello

    Le frasi dei filosofi greci antichi racchiudono saggezza senza tempo. D’altra parte la vita, si dice, va presa con filosofia. Questa frase solitamente è sinonimo di rassegnazione, ma oggi vi invitiamo a fare un passo oltre, applicando nella vita di tutti i giorni gli insegnamenti immortali dei filosofi che hanno gettato le fondamenta del pensiero occidentale. Non vi stiamo invitando ad andare in soffitta a rispolverare i vostri vecchi libri del liceo: noi di QNM vi forniamo subito alcune citazioni pronte all’uso nella vita quotidiana che vi permetteranno di diventare uomini migliori. Ovviamente però decontestualizzate e senza fare distinzione fra citazioni reali o attribuite! Andate avanti per assistere al miracolo della vostra vita che sboccia su un nuovo livello di consapevolezza!

    Platone

    PLATONE: “Gli uomini saggi parlano perché hanno qualcosa da dire; gli sciocchi perché devono dire qualcosa”

    Cercate di non essere quel tipo di collega che viene messo in copia alle mail solo per conoscenza e che si sente comunque in dovere di esprimere un parere anche se non gli è richiesto e anche se non ha nulla di utile da aggiungere: non vi fa apparire più intelligenti o più professionali, crea solo un vortice di reply che allunga e peggiora il lavoro di tutti.

    Aristotele

    ARISTOTELE: “Contro chi solleva delle obiezioni a proposito di tutto bisogna schierarsi con ogni mezzo”

    Fateci caso: in ogni riunione c’è sempre un sapientone che alza la mano per opporre un’obiezione pretestuosa. A volte si tratta di colleghi che cercano difetti nel lavoro altrui solo per mettersi in evidenza, altre volte si tratta di infelici che grondano pessimismo e sono più sensibili alle criticità che alle opportunità. In ogni caso nella vita vince solo chi anticipa le mosse altrui, quindi quando preparate le vostre presentazioni dovete tenere conto anche di tutte le possibili obiezioni.

    Pitagora

    PITAGORA: “I tuoi rapporti con gli altri siano tali da non renderti nemici gli amici, bensì da farti amici i nemici”

    Sul lavoro non sempre viene promosso il più bravo: in ufficio, come nella vita, le carriere si decidono anche in base alle relazioni che si è capaci di instaurare. Tenetene conto.

    Aristotele

    ARISTOTELE: “Chi si accinge a diventare un buon capo deve prima essere stato sotto un capo”

    Tutti aspiriamo a migliorare la nostra posizione lavorativa, ma prima di aggiungere la parola “manager” al biglietto da visita è assolutamente doveroso essere passati dalla gavetta ed avere obbedito ad un capo. Ambizione, intelligenza e preparazione non bastano: non si può guidare con successo un gruppo di lavoro se non si ha anche una solida esperienza operativa. Rispondete con onestà a questa domanda: aprireste mai un ristorante senza aver fatto i camerieri per almeno sei mesi, con il rischio di fronteggiare un fallimento e finire sul lastrico? No, eh?

    Epicuro

    EPICURO: “Bisogna rendersi conto che le argomentazioni lunghe e quelle brevi portano allo stesso fine”

    Quando scriviamo una mail bando alle ciance e cerchiamo di essere bre…

    Aristotele

    ARISTOTELE: “Il discorso falso trae le mosse da una falsa premessa”

    Nelle riunioni di lavoro ogni affermazione è basata su una premessa, esplicita o sottintesa. Se siete sicuri che le argomentazioni di un collega siano deboli e possano recare danno all’azienda, non perdete tempo a sindacare sul tono dell’esposizione o sul fatto che un determinato task rientri nelle effettive mansioni del collega: attaccate direttamente la premessa per far crollare tutto il ragionamento di conseguenza.

    Pitagora

    PITAGORA: “L’inizio e la metà di ogni cosa”

    La difficoltà più grande è farsi venire la voglia di fare le cose e progettare gli step di lavoro: ma superata la fase iniziale tutto il resto del lavoro è in discesa. Un suggerimento: annunciate una deadline ai colleghi, così che siate costretti a rispettarla.

    Diogene di Sinope

    DIOGENE DI SINOPE: (Rivolgendosi ad un bel fanciullo che parlava in maniera sgarbata) “Non ti vergogni di trarre un pugnale di piombo da un fodero di avorio?”

    Insomma, la forma è sostanza. Non conta solo ciò che dite, ma anche il modo in cui lo dite. Per esempio se vi viene richiesto un parere sul progetto di un collega non definitelo pessimo, anche se in realtà lo è. Definitelo “molto interessante” e congratulatevi. Per colmare le lacune chiedete al collega di valutare possibili ulteriori miglioramenti finalizzati ad affrontare determinate tematiche. Discutetene insieme e poi attribuite a lui i meriti. Il collega ve ne sarà riconoscente e agli occhi dell’ufficio parte del merito sarà comunque attribuito a voi.

    Foto di Sailko / licenza CC senza modifiche

    Aristotele

    ARISTOTELE: “La sfortuna rivela quelli che non sono effettivamente amici, ma che lo sono stati solo per interesse: il tempo rileva entrambi”

    Qui non occorre alcun commento.

    Epitteto

    EPITTETO: “Innanzitutto dì a te stesso chi vuoi essere; poi fa’ ogni cosa di conseguenza”

    Lavoro, famiglia, bollette, supermercato, affitto, scadenze, mal di testa ricorrenti… a volte la vita ingabbia le nostre antiche aspirazioni. Ogni tanto ricordiamoci di somigliare alla persona che una volta sognavamo di diventare.

    Democrito

    DEMOCRITO: “Saggio è colui che non si lamenta per le cose che non ha, ma sa apprezzare quelle che ha”

    Il desiderio è una spirale senza fine. Il Buddha ci ha creato sopra un’intera religione. Piuttosto che desiderare ciò che vi manca iniziate apprezzando e ringraziando per ciò che avete.

    Foto di Odysses / licenza CC senza modifiche

    Epitteto

    EPITTETO: “È impossibile per un uomo imparare ciò che crede di sapere già”

    Ammettiamolo: la maggior parte delle volte non iniziamo una discussione perché vogliamo imparare qualcosa di nuovo, ma perché vogliamo far cambiare idea al nostro interlocutore. La presunzione ci ha già fregato troppe volte, mettiamola da parte e impariamo ad ascoltare. Soprattutto negli scambi fra colleghi: potremmo rischiare seriamente di imparare qualcosa di nuovo.

    Aristotele

    ARISTOTELE: “Le radici della cultura sono amare, ma i frutti sono dolci”

    Da ripetere ai figli che non vogliono studiare. Ma anche a se stessi quando l’ora è tarda, le palpebre pesanti, ma si è appena alla metà della presentazione che si sta ripassando per il meeting della mattina seguente.

    Epicuro

    EPICURO: “Niente basta a quell’uomo per il quale ciò che basta sembra poco”

    Less is best, ciò che è essenziale è già troppo: abbracciate il minimalismo come stile di vita e sarete uomini felici. Il portafoglio ringrazierà.

    Platone

    PLATONE: “Non conosco una via infallibile per il successo, ma una per l’insuccesso sicuro: voler accontentare tutti”

    Cercare di piacere a tutti è impossibile: soppesate pro e contro e infine prendete posizione.

    Aristotele

    ARISTOTELE: “Lo scopo del lavoro è quello di guadagnarsi il tempo libero”

    Evitate dunque di vivere in un loop: non scialacquate nel vostro tempo libero i soldi che avete faticosamente guadagnato durante le ore di lavoro. Ma allo stesso tempo non siate tirchi e non abbiate timore di spendere qualche euro per gratificarvi ogni tanto, quando ritenete di meritarvelo: si lavora per vivere, non si vive per lavorare.

    Epicuro

    EPICURO: “Anima piccola nella buona sorte si esalta, nell’avversa si annulla”

    Nello sport si usa dire che il vero campione si riconosce sia da come accetta la sconfitta, ma anche dal modo in cui celebra la vittoria. E’ opportuno non mostrare orgoglio e superbia quando si incassa un successo, per non attirarsi addosso le invidie dei colleghi. Così come è opportuno non abbandonarsi all’amarezza quando si fronteggiano eventi avversi. Mai sedersi sugli allori di una vittoria, e mai abbandonarsi allo sconforto in caso di fallimento: occorre rimboccarsi le maniche e rimettersi a lavorare!

    Platone

    PLATONE: “La vita deve essere vissuta come gioco”

    Un pizzico di leggerezza in più rende l’esistenza più sopportabile. Soprattutto quella di chi vi sta attorno in open space!

    Epicuro

    EPICURO: “Per tutti i desideri bisogna chiedersi: cosa mi accadrà se quanto questo desiderio richiede ha compimento, e cosa mi accadrà se non l’ha?”

    State attenti a ciò che desiderate, un giorno potreste finire con l’ottenerlo! Ogni desiderio appagato ha un prezzo: siete pronti a pagarlo fino in fondo e con gli interessi?

    ZENONE DI CIZIO

    ZENONE DI CIZIO: “La ragione per cui abbiamo due orecchie ed una sola bocca è che dobbiamo ascoltare di più, parlare di meno”

    Alle donne d’altra parte piace l’uomo che sa ascoltare quindi dateci dentro con sorrisi, movimenti del capo sussultori in segno di assenso, espressioni facciali improntate all’interesse ed alla sorpresa, eccetera. E’ facile dopo un po’ di pratica.

    Foto di Paolo Monti / licenza cc senza modifiche

    Platone

    PLATONE: “Se la gente parla male di te, vivi in modo tale che nessuno possa crederle”

    I pettegolezzi sono divertentissimi, tranne quando riguardano noi. Se sul lavoro vi fate una cattiva fama innanzitutto comportatevi nella maniera più corretta possibile. E poi fate di tutto per ripulire la vostra reputazione.