Tutte le donne del governo Salvini-Di Maio

Una panoramica per conoscere più da vicino tutte le donne del nuovo governo di coalizione fra Salvini e Di Maio che è stato appena formato e si prepara a tentare di risolvere le beghe del presente confuso dell'Italia. Sono cinque le donne che sono state scelte e ve le raccontiamo per scoprirle

da , il

    Giuramento Governo
    Ansa

    Il nuovo governo guidato da Giuseppe Conte,e sostenuto da Movimento Cinque Stelle e Lega è composto da diciotto ministeri. Cinque fra questi sono affidati a delle donne, per garantire circa un quarto delle quote rosa. Chi sono queste nuove autorità? Abbiamo preparato cinque piccole biografie per andare ad approfondire la conoscenza di ogni ministra del governo giallo-verde.

    Erika Stefani

    ERIKA STEFANI
    Ansa

    Iniziamo da Erika Stefani, che prima lavorava come avvocato. Nata a Valdagno il 18 luglio del 1971 è diventata ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie nel Governo Conte. La sua storia politica inizia nel 1999 quando alle Amministrative entra come consigliere del comune di Trissino per la lista civica Insieme per Trissino. Successivamente, aderisce alla Lega Nord e viene rieletta nel consiglio anche nel 2009 come vicesindaco e assessore all’urbanistica ed edilizia privata. La progressione la vede senatrice nella circoscrizione Veneto con la Lega Nord nel 2003.

    Barbara Lezzi

    Lezzi
    Ansa

    Barbara Lezzi è nata a Lecce il 24 aprile 1972 ed è stata eletta Ministro per il Sud nel Governo Conte. Completa gli studi nel 1991 con il diploma presso l’istituto tecnico Deledda per periti aziendali e corrispondenti in lingue estere di Lecce e da quel momento lavora come impiegata. Diventa senatore nel 2013 nella circoscrizione Puglia per il Movimento 5 Stelle e occupa la carica di vicepresidente commissione permanente bilancio e programmazione economica e membro commissione permanente per le politiche europee. Viene riconfermata nel 2018. Barbara Lezzi è la pasionaria che ha portato un apriscatole in Aula quando Beppe Grillo ha dichiarato di voler aprire il parlamento “come una scatoletta di tonno”.

    Giulia Grillo

    GIULIA GRILLO
    Ansa

    Giulia Grillo è un medico legale catanese nata il 30 maggio 1975 ed è Ministro della Salute, inoltre è anche capogruppo alla Camera dei deputati per il Movimento 5 Stelle. Laureatasi nel 1999 in Medicina e chirurgia nel 1999 a 24 anni, si specializza quattro anni dopo in Medicina legale e delle assicurazioni e consegue un corso su programmazione servizi sanitari all’Università Cattolica di Roma. Si candida alle elezioni politiche del 2013 come capolista alla Camera dei deputati nella circoscrizione Sicilia 2 e viene eletta dopo un primo tentativo caduto nel vuoto. Si era opposta al decreto Lorenzin sull’obbligo vaccinale, pur avendo dichiarato il proprio naturale consenso ai vaccini stessi. Secondo la Grillo i vaccini non vanno imposti, ma devono essere una libera scelta delle persone, che vanno opportunamente informate.

    Elisabetta Trenta

    Trenta
    Ansa

    Elisabetta Trenta è nata a Velletri nel 1967 e in questi anni ha operato nell’ambito della sicurezza militare internazionale in paesi molto delicati come Iraq, Libano e Libia. Laureata nel 1994 all’Università La Sapienza di Roma in Scienze politiche ad indirizzo economico, ha iniziato la carriera umanitaria nell’ottobre 2005 come consigliere politico della Farnesina in Iraq. È stata anche vicedirettore del Master in Intelligence and Security presso la Link Campus di Roma, che è una filiazione dell’università maltese. Il suo primo atto da ministra è stato trasferire il marito, militare, ad altre mansioni per evitare ogni possibile sospetto di conflitto d’interessi.

    Giulia Bongiorno

    Bongiorno
    Ansa

    Il curriculum dell’avvocato penalista Giulia Bongiorno è ampio e ben variegato. Nata il 22 marzo del 1966 a Palermo è Ministro per la pubblica amministrazione nel Governo Conte. Divenuta celebre in quanto giovanissima nel pool difensivo dei processi contro Giulio Andreotti, è diventata poi avvocato di diverse celebrità come Gianna Nannini, Ezio Greggio e Tiziano Ferro fino al clamoroso caso di Meredith Kercher difendendo Raffaele Sollecito, ma anche nell’ambito del Ruby-ter, difendendo Niccolò Ghedini, avvocato di Silvio Berlusconi. Inoltre, è fondatrice di Doppia Difesa con Michelle Hunziker.