Ritiro Nadal, c’è la conferma ufficiale: la data si avvicina

Ritiro Nadal, c’è la conferma ufficiale: la data si avvicina. Lo spagnolo parte da favorito agli Australian Open, ma poi prenderà una decisione

Le lacrime di Rafa Nadal lo scorso settembre, nel giorno in cui l’amico e avversario di una vita Roger Federer ha confermato il suo addio al mondo del tennis, sono passate alla storia. Dei tre tenori che hanno caratterizzato gli ultimi 15 anni restano lo spagnolo e Nole Djokovic, ma fino a quando?

Ritiro Nadal
Ritiro Nadal, c’è la conferma ufficiale (Sportitalia.it)

La prima risposta sta per arrivare con gli Australian Open 2023, al via nella notte italiana tra domenica 15 e lunedì 16, perché Rafa si presenta per difendere il titolo. Nel 2022 mancava Djokovic, rimandato a casa dal governo australiano per le vicende legate alla mancata vaccinazione Covid.

E quella per lo spagnolo, limitato da gravi problemi ad un piede nella seconda parte del 2021, era stata l’iniezione di fiducia giusta per arrivare alla quattordicesima volta nel Roland Garros di Parigi, entrando direttamente nella leggenda.

Ritiro Nadal, c’è la conferma ufficiale: la bomba in arrivo dall’Australia

Quello che succederà sul cemento di Melbourne non è pronosticabile. Ma c’è chi sgancia una bomba clamorosa sul futuro del maiorchino. Alexander Zverev, che nella semifinale del Roland Garros 2022 contro Nadal si era infortunato gravemente alla caviglia saltando tutto il resto della stagione, sa cosa succederà.

Ai microfoni di Eurosport ha fatto una previsione: “Credo che Nadal si ritirerà al Roland Garros. Ovviamente non glie lo auguro,a credo che lì possa giocare nuovamente un grande torneo, potenzialmente vincerlo e poi annunciare il suo addio”.

Rafa Nadal è tornato a giocare un paio di settimane fa nella United Cup in Australia che ha aperto il calendario internazionale nella nuova stagione. Ha perso contro due buoni giocatori come Cameron Norrie e Alex De Minaur, lottando ma senza impressionare.

Tanta fatica e sensazioni contrastanti in vista degli Australian Open. L’ha ammeswso anche lui alla fine: “Sicuramente posso fare meglio, so quello che non funziona. Ma non avevo giocato molti match prima di questo, devo essere più veloce e più solido, commettere meno errori e prendere migliori decisioni, quindi anche giocare di più”.

Nadal riparte dall'Australia
Nadal riparte dall’Australia (Sportitalia.it)

Lo spagnolo non aveva mai iniziato una stagione con una doppia sconfitta e quindi sono tornate la voci di un suo ritiro. I giornalisti glie l’hanno chiesto direttamente: “Il giorno in cui accadrà, capirò che è la fine. Non voglio continuare a giocare per forza, ma se continuo è perché amo profondamente ciò che faccio. Comunque fino ad oggi ho già fatto più di quanto avessi mai sognato. Quando sarà il momento giusto ve lo farò sapere”.

Rafa Nadal agli Australian Open: sarà uno dei primi a scendere in campo a Melbourne

Nella sua testa c’è quello che lo aspetta sul cemento di Melbourne. Da testa di serie numero 1 è nella parte alta del tabellone e in un ideale ottavo di finale dovrebbe trovare l’americano Tiafoe, per poi affrontare probabilmente il russo Medvedev nei quarti e uno tra Tsitsipas o Sinner e Auger Aliassime in semifinale.

L’Australian Open 2023 inizierà all’1 della notte italiana tra domenica e lunedì con il match tra Siniakova e Gauff sulla Rod Laver Arena e Sinner impegnato contro Edmund (sulla John Cain Arena). Nello stadio principale la partita Nadal-Draper sarà quella che chiuderà la sessione diurna, diciamo dopo le 5 del mattino italiane.

Rafa Nadal
Rafa Nadal debutta subito (QNM.it)

Nel programma di Nadal dopo gli Australian Open 2023 c’è una novità importante. Solitamente a febbraio giocava l’ATP 500 di Acapulco, cdhe ha vinto in quattro edizioni. Ma ora il tennista spagnolo ha deciso di essere in campo nel Dubai Duty Free Tennis Championships, altro torneo ATP 500 che l’ha già ufficializzato.