Germania beffata dalla Cina: arriva il ‘clone’ dell’icona a quattro ruote proprio lì

Il mondo dell’automobilismo è davvero una miniera d’oro dal punto di vista economico e ideativo. Come possiamo notare anche in questo caso.

L’automobilismo, una vera e propria miniera d’oro dal punto di vista economico, professionale e anche ideativo. Proprio così, perché è proprio grazie al settore delle quattro ruote se ogni anno vengono sviluppate tecnologie sempre più rilevanti e importanti all’interno di un mondo sempre più tecnologico e avanzato. Alcune auto sono state in grado di rendere immensa una determinata epoca, capaci di illuminare generazioni intere di persone e automobilisti. E si sono rese eterne a dir poco.

Germania, quest'auto sorprende 15 gennaio 2023 qnm.it
Germania, quest’auto sorprende qnm.it

Di recente, anche la Cina ha iniziato a sviluppare tantissimo il settore motoristico per eccellenza, dando adito a delle realizzazioni davvero molto attraenti. Non sempre però questo significa essere completamente originali. Come vedremo all’interno di questo articolo, infatti, una nota marca cinese sembra aver preso fin troppo spunto da un’icona automobilistica tutta tedesca. E, forse, ha preso anche qualcosa di più di un semplice spunto.

L’icona che ha cambiato il mondo intero

Come stavamo dicendo, ci sono alcune automobili che hanno lasciato il segno nella storia dell’automobilismo e anche nella società in cui ognuno di noi vive ogni giorno. Ci viene in mente la Fiat 500 ad esempio, protagonista insieme allo scooter Piaggio vespa di una rivoluzione italiana anche dal punto di vista sociale, manifestando un cambiamento che non aveva eguali nella storia dell’uomo. C’è stato anche un altro modello capace di emulare questa grande capacità di cambiare il mondo; e nella fattispecie, la Germania soprattutto.

Ci riferiamo al mitico Maggiolino, la creatura forse riuscita meglio alla Volkswagen. Una creazione unica, rara, speciale, straordinaria, che lega la Germania al mondo motoristico rendendola presto uno dei Paesi più importanti per quanto permane l’automobile. Già, perché il Maggiolino è stato – ed è tuttora – il mezzo tedesco più conosciuto al mondo nonché simbolo della rinascita industriale tedesca nel secondo dopoguerra.

Inoltre, è stato anche il primo modello Volkswagen in senso lato. Detiene ancora oggi il record di auto più longeva, essendo stata prodotta per ben 65 anni. A lungo è stata anche la vettura più venduta, con oltre 21 milioni di unità prodotte. Insomma, un simbolo di uno stato intero ed un’icona di un settore che ancora oggi è a dir poco prosperoso.

Germania, guarda cosa succede: incredibile ma vero

Abbiamo parlato del Maggiolino, e adesso ci soffermeremo su quanto fatto da una rinomata azienda cinese. Parliamo di Great Wall, l’ottavo produttore di auto in Cina. Un colosso orientale che di recente si è lanciato sul mercato dell’automotive con la Ora Funky Cat; una berlina elettrica a zero emissioni, lunga circa quattro metri e dal design moderno. Si tratta della prima vettura elettrica del brand. In Germania ne sono già arrivate oltre un centinaio, e proprio a partire da questo mese inizia la sua vendita.

Ora Funky Cat, ecco l'auto che amolti ricorda il Maggiolino (Web source) 15 gennaio 2023 qnm.it
Ora Funky Cat, ecco l’auto che a molti ricorda il Maggiolino (Web source) qnm.it

Un’auto che ha pensato molto bene alla cura del design come certificato dai fari rotondi e dal cofano anteriore, ma anche dai passaruota muscolosi, le luci posteriori integrate nella parte inferiore del lunotto e un’impronta estetica decisamente accattivante. All’interno della vettura in questione possiamo trovare un doppio schermo da 10,25 pollici e una piccola console dedita al controllo del climatizzatore. Il bagagliaio può raggiungere gli oltre 800 litri.

L’auto sarà proposta in due versioni, con la dotazione di serie che prevede il volante regolabile, il controllo vocale con comandi in linguaggio naturale, il riconoscimento facciale, la radio digitale DAB+ e anche la connettività con Apple CarPlay e Android Auto. Per entrambe le varianti, prevista un’autonomia di massimo 400 chilometri. Il motore può sprigionare fino ad un massimo di 171 Cv di potenza massima. Prezzo importante ma non esagerato di 38990 euro.

Infine, beh, come dimenticare il tratto distintivo che più di un appassionato e addetto ai lavori non ha potuto fare a meno di notare: una certa somiglianza con il mitico Maggiolino. Ma anche con alcuni storici modelli Porsche; guarda caso, a disegnare tale mezzo ci ha pensato Emanuel Derta, ex designer Porsche. Forse a qualcuno in Germania questo non piacerà affatto.