Regime forfettario: emettere fatture elettroniche grazie alla promo myfoglio

da , il

    fattura elettronica

    Negli ultimi mesi ci sono stati dei cambiamenti per quanto riguarda i sistemi di fatturazione che devono essere utilizzati da coloro che operano con una partita IVA a regime forfettario.

    Infatti, fino a poco tempo per i forfettari non c’era nessun obbligo nell’utilizzo della fatturazione elettronica e potevano emettere fatture in formato cartaceo. La partita IVA di questo tipo veniva preferita da coloro che cercavano un regime con un’imposizione fiscale inferiore e da coloro che volessero occuparsi di una contabilità più gestibile.

    Tuttavia il Governo ha stabilito recentemente che dal 1° luglio 2022 tutti i forfettari dovranno optare per lo stesso sistema di chi ha una partita a regime ordinario e, dunque, la fattura elettronica diventerà imprescindibile.

    È da sottolineare che questo provvedimento ha la finalità di semplificare la fatturazione anche nell’ambito privato e in alcuni specifici tipi di attività che fino a questo momento non si sono avvalsi di questo sistema che sembrerebbe essere da recenti analisi di mercato molto più agevole ed efficace di quello tradizionale. Dunque, chiunque abbia una partita IVA a regime forfettario dovrà ricercare un modo per emettere le fatture elettroniche.

    Che cosa propone Myfoglio per i forfettari: la promo Premium

    Per la creazione di fatture elettroniche così come per altri servizi è possibile affidarsi a Myfoglio.com, gestionale cloud che mette a disposizione un formato conforme a quello previsto dall’Agenzia delle Entrate.

    In più, per supportare i forfettari nel passaggio alla trasmissione e all’emissione di fatture digitali, myfoglio propone una promo speciale, con la quale è possibile beneficiare del pacchetto Premium gratuitamente fino alla fine del 2022.

    Infatti, i consulenti del portale hanno tenuto in considerazione il fatto che il 2022 sia un anno di adattamento perché nei primi mesi quest’obbligo non era previsto ed è stato introdotto solamente per quelli finali.

    Queste decisioni permetteranno di familiarizzare con la fatturazione elettronica durante un anno che volge al termine e di iniziare il successivo con un sistema univoco e utilizzato facilmente indistintamente da tutti i forfettari senza spendere nulla.

    Qualora si risultasse soddisfatti dei servizi proposti da myfoglio si potrà rinnovare l’abbonamento per il 2023 al conveniente prezzo scontato di 30 euro (IVA esclusa).

    Le procedure per attivare la promo myfoglio

    Inviando una mail ad assistenza@myfoglio.com coloro che sono già clienti del portale potranno richiedere a Myfoglio di poter attivare la promozione in tempo reale. Infatti, una volta ricevuta la richiesta, gli operatori del portale modificheranno l’abbonamento preesistente e sarà possibile emettere nell’immediato fatture elettroniche.

    Chi, invece, sia un neofita del portale dovrà semplicemente registrarsi inserendo i propri dati, ottenere il codice corrispondente al pacchetto Premium, FORFETTARI2022. È anche possibile consultare pratici tutorial creati per essere facilmente comprensibili dai nuovi clienti. In questo modo sarà possibile apprendere in tempi utili i meccanismi necessari per generare agevolmente fatture elettroniche conformi.

    Chi è escluso dalla fatturazione elettronica obbligatoria?

    Potranno avvalersi del sistema di fatturazione tradizionale cartacea coloro che hanno una partita IVA a regime forfettario ma che, tuttavia, non superano i 25.000 euro all’anno per i compensi ricevuti.

    Solo in questo caso è possibile iniziare a convertire il sistema di fatturazione dal 2024. Nonostante ciò, il consiglio è di procedere all’adeguamento in anticipo dal momento che, comunque, sarà necessario utilizzare la fatturazione elettronica in futuro: in questo modo si avrà il tempo di capirne tutte le potenzialità e i vantaggi.