L’ex compagno di Vialli lancia l’allarme: “Succede troppo spesso. Ho paura”

Dopo le morti di Sinisa Mihajlovic e Gianluca Vialli, calciatori e rappresentanti del mondo del calcio iniziano a temere per la propria salute: “Il doping c’è sempre stato”

Prima le parole del presidente della Lazio (e senatore di Forza Italia) Claudio Lotito, poi quelle dei diretti interessati. Il mondo del calcio inizia ad avere paura. Le malattie che hanno colpito i calciatori che hanno militato in serie A stanno lasciando il segno. Oltre ai ricordi commoventi e alle parole di stima, iniziano ad arrivare anche le dichiarazioni di chi serpeggia dubbi: “Prima Mihajlovic, poi Vialli, sta succedendo qualcosa di strano”, aveva detto il patron della Lazio. Oggi, un altro calciatore, che ha giocato insieme a Vialli nella Juventus e nella Nazionale, lancia accuse ancora più gravi: “Il doping c’era, lo sappiamo tutti. Io ho paura”.

Vialli
La morte di Gianluca Vialli inizia a far temere molti calciatori italiani (Ansa) – Qnm.it

Dino Baggio ha giocato con Gianluca Vialli nella Juventus dei primi anni novanta: dal 1992 al 1994 hanno vestito la maglia bianconera ed hanno diviso l’esperienza in Nazionale. La morte dell’ex centravanti bianconero (arrivata a poche settimane di distanza da quella di Sinisa Mihajlovic), ha colpito l’ex centrocampista, che ha sveltao di avere paura per la sua salute, invitando medici e addetti ai lavori ad andare a fondo sulla questione. “Bisognerebbe investigare sulle sostanze che abbiamo preso in quel periodo. Il doping c’è sempre stato. Bisogna capire se certi integratori col tempo hanno fatto male. Ho paura anch’io, sta succedendo a troppi calciatori”.

Dino Baggio, è stato uno dei centrocampisti più forti e completi del panorama calcistico italiano. Ha giocato con Torino, Juventus, Inter, Parma e Lazio. Con la Nazionale ha giocato i Mondiali del 1994 e del 1998.  Oggi ha paura di ciò che sta accadendo ai suoi ex compagni. “Bisognerebbe risalire a quello che abbiamo preso in quei periodi – ha dichiarato ai microfoni di Tv7 -, bisognerebbe investigare un po’, sulle sostanze prese in quei periodi. Non so se sia dovuto a questo ma c’è sempre stato il doping. Non si sono mai prese robe strane, perché c’è una percentuale che devi tenere. Però con il tempo bisogna vedere se certi integratori fanno bene oppure no”.

“Succede a troppi giocatori”

Dino Baggio
Dino Baggio lancia l’allarme sul doping (Ansa) – Qnm.it –

Baggio parla senza remore di doping. E lancia un allarme: “Sta succedendo a troppi calciatori. Negli anni miei c’era il doping. Non prendevi robe strane, prendevi robe normali ma poi bisogna vedere se col tempo riesci a buttarle fuori o restano dentro. Poi tanti hanno parlato dell’erba dei campi e dei prodotti che utilizzavano che davano dei problemi”. Su Vialli e gli anni passati insieme:Ho un ricordo meraviglioso di Gianluca, era un uomo spogliatoio e aveva voglia di far crescere i giovani. Ero in squadra con lui quando avevo 21 anni e spendeva sempre una parola buona nei nostri riguardi. È andato via troppo presto dalle nostre vite”.