I dieci comandamenti di chi ha un pene piccolo

[multipage]

Avere il pene piccolo può essere, a ragione, una vera tragedia. I perché sono presto detti: si perde sicurezza in se stessi, ci si fanno mille problemi quando si conosce un potenziale partner perché si teme come la morte il momento del dunque e si è spesso nel panico. Come provare a sopravvivere alla crudeltà dei tempi moderni non potendo sfoderare un’alabarda spaziale? Ora, non mi trovo nella posizione di immedesimarmi a sufficienza in chi soffre di micropene, ma per fortuna corre in aiuto tale Ant Smith con un vero e proprio decalogo, i dieci comandamenti.

Chi è Ant Smith? È un ingegnere oltre che poeta moderno nonché portatore di un, ahi lui, pene di 2,5 centimetri che però non l’ha mai messo in imbarazzo. O meglio, forse un tempo. Ma poi ha trasformato la difficoltà in opportunità ed è diventato una celebrità andando a parlare in numerosi interventi in TV così come su riviste e in manifestazioni teatrali. Bando alle ciance. Quali sono i dieci comandamenti di chi ha un piccolo membro?

[/multipage]

[multipage]

1 – Troverai divertenti i peni

Ci sono tante barzellette che prendono in giro i micropeni e chi non è molto dotato, poverino. Ma perché viverle in senso negativo? Al contrario, l’umorismo è la migliore arma di seduzione e l’autoironia è apprezzatissima dalle donne. Così tanto da rimediare a numerosi centimetri di handicap? Non è detto, ma tentar non nuoce.

[/multipage]
[multipage]

2 – Rendi onore al tuo piccolo amico

Se prendi la convivenza con il tuo piccolo, indifeso e minuscolo migliore amico in modo drammatico allora sarà peggio perché devi avere fiducia in lui, nel suo corretto funzionamento nonostante una lunghezza imbarazzante. Ama te stesso e ti farai amare, abbraccia quell’adorabile piccoletto.
[/multipage]
[multipage]

3 – Non sentirti solo

Se guardi in basso e ti fissi occhi negli occhi chiedendoti, ma perché io? Perché solo io? In realtà le stime danno il 70% circa degli uomini con un membro di dimensioni considerate normali ossia sopra i dieci centimetri quantomeno. Il rimanente sta sotto e non è mica una brutta percentuale perché se sei sull’autobus e ci sono nove uomini oltre te, almeno altri due saranno più o meno come te.

[/multipage]
[multipage]

4 – Esplorerai, sperimenterai e scoprirai

Ant suggerisce di non temere di esplorare lo sconosciuto, porte secondarie, anfratti solitamente lasciati a se stessi quando possono regalare grandi soddisfazioni soprattutto a chi presenta dimensioni molto sotto la media. Come dice il maestro: “Il grande sesso è l’esplorazione, ovunque ti porti. Anche il culo”

[/multipage]
[multipage]

5 – Lui non è un’arma

Molti pensano all’atto sessuale come a un’esibizione estramamente intensa, dove è necessario far urlare la/il partner di piacere quando al contrario potrebbe anche uscirne quasi infortunata/o. Meglio un orgasmo di rottura piuttosto che un bacino rotto, dice il maestro.

[/multipage]
[multipage]

6 – Non credere a chi promette ingrandimenti del pene

Arrivano a tutti migliaia di email di scam che promettono ingrandimenti del pene, ma non dare troppo credito a queste promesse perché lo sappiamo tutti come funziona. Ossia, non funziona.
[/multipage]
[multipage]

7 Non desiderare il membro altrui

L’invidia è una brutta cosa, perché porta sembra abbruttimento in chi invidia e inquietudine in chi è invidiato. Certo, qui non puoi anelare a emulare chi ti sta davanti perché – vedi punto 6 – non è possibile, ma rendi omaggio a chi è stato più fortunato e guarda a te stesso come una bella sfida.

[/multipage]
[multipage]

8 – I piccoli membri sanno il fatto loro

Ci sono molti vantaggi dei micropeni: saltano su a comando molto velocemente, reggono la missione anche più impegnativa con costanza e se si risvegliano nel mezzo di una riunione mentre sei in piedi nessuno se ne accorgerà.

[/multipage]
[multipage]

9 – Non diventare cattivo

Si dice che molti eroi negativi e personaggi malvagi della storia avessero un pene molto piccolo, che ha portato loro a diventare invidiosi, malfidenti e sempre arrabbiati. Non lasciare che le ombre si impadroniscano della tua anima.

[/multipage]
[multipage]

10 – Le dimensioni non contano

Un adagio che ripetono molti uomini e molte donne è che le dimensioni non contano, ma conta saperlo usare. Vero, innegabile, ma se la base di partenza è un cappuccio di una penna allora non è che ci si può inventare molto. Parti dalla consapevolezza che sei svantaggiato, non negarlo né nasconderti dietro a un (piccolo) dito. Godrai di uno spirito rinfrancato.

[/multipage]