Speciale Natale

Striscioni divertenti, calcio: i più belli allo stadio [FOTO]

Striscioni divertenti, calcio: i più belli allo stadio [FOTO]
da in Calcio, Sport
Ultimo aggiornamento: Venerdì 13/02/2015 14:13

    Striscione

    Sugli spalti degli stadi italiani, da sempre, sono esposti ad ogni partita molti striscioni. Le frasi scritte dai tifosi sono di tutti i tipi e riprendono slogan, rime baciate o semplicemente vengono inserite lettere e vocaboli per rendere la parola esilarante. Nella nostra gallery abbiamo voluto riprendere molti striscioni che sono stati dei tormentoni nelle curve, e non solo, degli stadi della penisola. I supporters che affollano ogni domenica gli spalti sfoggiano la loro vena poetica e artistica in queste esilaranti scritte. Si trova di tutto e di più. Si va dall’insulto al giocatore, allo sfottò nei confronti dell’avversario di turno fino, purtroppo, alle discriminazioni territoriali. Girate la pagina per entrare nella nostra galleria e leggere gli striscioni più bella che sono apparsi negli stadi italiani.

    Gli striscioni più belli

    Gli striscioni sono da sempre la voce del “popolo dello stadio” con la quale si mostrano al mondo intero gli stadi d’animo delle tifoserie. L’amore verso la squadra o un calciatore in particolare, l’odio contro certi avversari o semplici sfottò sono il leit motiv delle scritte apparse negli stadi d’Italia. Ecco i calciatori, allenatori e squadre che sono state maggiormente prese di mira dagli appassionati del mondo pallonaro. Striscioni irriverenti sono apparsi negli ultimi 10 anni contro uno dei calciatori più forti italiani, ovvero Franscesco Totti. Il campione della Roma, ad inizio carriera, era preso di mira per la sua relazione con l’ex letterina, e ora conduttrice, Ilary Blasi. Celebre è stata la scritta apparsa durante un derby ed esposta dalla curva laziale. Lo striscione recitava cosi: “ Ilary-Totti: una letterina per un analfabeta”. Dopo diversi anni, con battute e sfottò anche per il libro di barzellette, Totti è stato preso di mira anche per uno slogan pubblicitario. Nelle ultime stagioni, c’è un allenatore che viene bersagliato con sfottò per il suo look e i suoi capelli. Si tratta del mister della Juventus Antonio Conte. Il tre volte campione d’Italia, antipatico a molti tifosi avversari per il suo modo di fare, riceve molti striscioni contro. Celebri sono gli insulti riguardo il suo “parrucchino” e il processo per il calcio scommesse. La piaga del calcio scommesse che ha colpito diversi giocatori come Cristiano Doni dell’Atalanta e Stefano Mauri della Lazio hanno avuto striscioni esilaranti a riguardo. Oltre agli sfottò goliardici ci sono, purtroppo, anche gli striscioni a sfondo di discriminazione. I tifosi napoletani, tra i più odiati nelle gerarchie degli ultras, vengono spesso e volentieri presi di mira con slogan che inneggiano all’esplosione del vesuvio o al colera. Insomma che sia divertente e goliardico, simpatico o irriverente lo striscione è da sempre una parte fondamentale di una domenica sportiva.

    520

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI