Juventus-Milan 2-1: Vucinic ancora decisivo. El Shaarawy non basta

da , il

    E’ ancora Mirko Vucinic a decidere la sfida in Coppa Italia tra Juventus e Milan. L’anno scorso una sua rete nel supplementare regalò la finale ai bianconeri. Stasera la scena si è ripetuta per il 2 a 1 del 120° che vale l’accesso alla semifinale contro la Lazio per gli uomini di Conte. Peccato per il Diavolo che ha giocato una partita gagliarda, non facendo notare minimamente i 14 punti di differenza in campionato. Il solito El Shaarawy aveva aperto le danze con il 17° gol stagionale dopo 6 minuti, ma Giovinco aveva rimesso tutto in pari già al 12° con una punizione su cui Amelia ha dormito non poco. Il match rimane equilibrato fino all’extra time quando una lancio di Giaccherini, sporcato da De Ceglie, si è trasformato in un assist al bacio per il montenegrino che non ha tradito. Inutile l’assalto finale dell’undici di Allegri: Niang e Traoré sfiorano la rete del 2 a 2, ma alla fine allo Juventus Stadium si fa festa.

    Il prepartita

    E’ il giorno di Juventus-Milan, sfida in partita secca valida per i quarti di finale della Coppa Italia 2013. Momento particolare per le due compagini, alle prese con problemi di natura diversa. I bianconeri hanno perso nell’ultima giornata di campionato dalla Sampdoria, incappando nella terza sconfitta stagionale. La vetta della classifica è ancora ben salda nelle mani di Antonio Conte, ma il distacco è frutto soprattutto dei balbettii delle avversarie piuttosto che dall’imbattibilità della Vecchia Signora. In casa Milan è invece tempo di ricostruzione e Massimiliano Allegri deve fare i conti con un Berlusconi che, un’intervista sì e una no, gli toglie pubblicamente la fiducia.

    I precedenti

    Sfida numero 211 tra bianconeri e rossoneri con un bilancio che vede i campioni d’Italia in carica in vantaggio leggero: 73 vittorie a fronte di 72 pareggi e 65 affermazioni del Milan. Per quanto riguarda la Coppa Italia siamo al match numero 12 con score in perfetto equilibrio: 4 successi della Vecchia Signora, 3 pareggi e 4 vittorie per il Diavolo (13 reti segnate a testa). L’ultimo precedente risale al 25 novembre 2012 quando gli uomini di Allegri ottennero i tre punti grazie ad un rigore di Robinho. Nel secondo trofeo nazionale per importanza invece si risale alla scorsa stagione quando, nel doppio confronto in semifinale, le due squadre diedero vita ad uno scontro avvincente: 1 a 2 per la Juventus a San Siro, 1 a 2 per il Milan a Torino. Decisiva la rete di Vucinic nel primo tempo supplementare.

    Juventus-Milan, formazioni quarti di finale di Coppa Italia 2013

    Juventus che apporta un deciso turn-over tra infortuni, squalifiche e giocatori con necessità di rifiatare. Buffon, Pirlo, Marchisio, Vucinic e Quagliarella non saranno della partita. Davanti si schiereranno Giovinco e Matri, mentre a centrocampo linea verde con Pogba e Marrone, guardati a vista dal più esperto Vidal. Allegri invece mette in campo la formazione migliore possibile: viste le difficoltà in campionato, la Coppa Italia diventa un traguardo fondamentale per la stagione. Il tridente sarà composto da Bojan, Pazzini e il Faraone El Shaarawy.

    Juventus (3-5-2): 30 Storari, 4 Caceres, 19 Bonucci, 13 Peluso, 33 Isla, 23 Vidal, 39 Marrone, 6 Pogba, 24 Giaccherini, 12 Giovinco, 32 Matri.

    A disposizione: (1 Buffon, 26 Lichtsteiner, 15 Barzagli, 11 De Ceglie, 20 Padoin, 33 Isla, 9 Vucinic). Allenatore: Conte.

    Milan (4-3-3): 1 Amelia, 20 Abate, 13 Acerbi, 5 Mexes, 2 De Sciglio, 18 Montolivo, 23 Ambrosini, 28 Emanuelson, 22 Bojan, 11 Pazzini, 92 El Shaarawy.

    A disposizione: (51 Coppola, 59 Gabriel, 77 Antonini, 10 Boateng, 55 Carmona, 16 Flamini, 8 Nocerino, 12 Traore’, 19 Niang). Allenatore: Allegri.

    Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.