Ibrahimovic-Abate: effusioni o amicizia?

da , il

    Ibrahimovic-Abate: effusioni o amicizia?

    L’attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic oltre che per il ritorno in campo con gol in Champions League contro il Viktoria Plzen, è salito alla ribalta per una vicenda di gossip. Vi ricordate la vicenda di Barcellona del 2009 quando l’attuale partner di Shakira Gerard Piquè e Zlatan vennero ripresi in atteggiamenti “coccolosi” fuori dal campo di allenamento blaugrana? E’ risuccesso: stavolta il coprotagonista delle chiacchiere è però il terzino rossonero Ignazio Abate.

    Dal Centro Deportivo del Barcellona dove Ibra mano nella mano, si scambiava buffetti all’accarezzarsi i capelli tra i campi di Milanello: il passo per far clamore è breve. Su Facebook e su altri siti internet è già partita subito l’ironia dei tifosi di un pò tutte le squadre. “Ibrahimovic tradisce Piqué con Abate”: questa la frase che ironicamente molti tifosi stanno utilizzando via web per prendere in giro lo svedese.

    Ma cosa è successo esattamente? Nelle foto riprese a Milanello si vede Ibra che prende la faccia di Abate tra le mani, come per accarezzargli i capelli. Solo maliziosità per alcuni, un atteggiamento equivoco da parte di altri.

    Di certo lo svedese non è un coccolone con tutti: l’anno scorso colpì il giovane Rodney Strasser con un colpo di arti marziali durante un allenamento e fu protagonista di una furiosa rissa con lo statunitense Onyewu. E non solo in rossonero: in Nazionale ebbe un diverbio col compagno Wilhemsson che finì a calci da parte di Ibra.

    Piquè e Abate fortunati attori di un Ibra in giornata “si”? Semplici malizie o qualche atteggiamento è effettivamente equivoco? Di sicuro nei prossimi giorni qualche smentita di luogo arriverà. Sta di fatto che secondo indiscrezioni Abate è fidanzato e in attesa di diventare padre e Ibra è sposato con figli. Non certo una bella pubblicità per i due.

    E chissà come l’avrà presa Piquè: a lui è capitata Shakira per frenare le illazioni. Abate punterà a Beyoncè?

    Foto da AP/LaPresse