Speciale Natale

I 5 rigori che hanno segnato la storia del calcio mondiale

I 5 rigori che hanno segnato la storia del calcio mondiale
da in Calcio, Sport
Ultimo aggiornamento: Giovedì 07/07/2016 12:39

    Zaza

    I calci di rigore hanno regalato gioie e dolori a tifosi di tutto il mondo. A Euro2016 la nostra nazionale è stata eliminata proprio con questa formula ai quarti di finale contro la Germania. Diversi azzurri hanno sbagliato l’esecuzione dal dischetto, anche se la figuracce di Simone Zaza e Graziano Pellè sono entrate di diritto nella storia del calcio. L’emozione e l’adrenalina del momento possono regalare brutti scherzi al calciatore di turno. Ma quali sono stati i rigori che hanno segnato la storia del calcio? sfogliate le pagine per vedere quali sono stati i cinque penalty che hanno cambiato la storia di una competizione.

    Graziani

    Uno dei calci di rigore che hanno segnato la storia di una competizione è quello di Francesco Graziani , meglio conosciuto come “Ciccio”. Nel 1984, a Roma, è di scena la finale di Coppa dei campioni e la squadra giallorossa è li a giocarsi la vittoria contro gli inglesi del Liverpool. Lo stadio Olimpico è pieno di tifosi romanisti e la partita finisce 1-1 dopo i tempi regolamentari. Si va cosi ai calci di rigore e dagli undici metri si consuma il dramma. Falcao non se la sente di tirare e dal dischetto arriva l’errore di Graziani che spedisce in curva i sogni di gloria europei giallorossi.

    Asamoah

    Correva l’anno 2010 e in Sudafrica si stavano giocando i mondiali. Strepitosa la marcia del Ghana che arrivò fino ai quarti di finale. Durante quella partita, contro l’Uruguay, la nazionale africana andò più volte vicino al gol qualificazione. La grande chance arrivò al 120′ quando fu concesso un rigore al Ghana. L’attaccante Gyan Asamoah si presentò sul dischetto e sbagliò. Si andò alla lotteria dei rigori e il Ghana fu eliminato.

    Shevhenko

    Nel 2005 il Milan di Ancelotti arrivò in finale di Champions League contro il Liverpool. I rossoneri sprecarono un triplo vantaggio e chiusero i 90′ sul 3-3. Ai supplementari il portiere Dudek fece un miracolo su Shevchenko e successivamente l’attaccante del Milan fu ipnotizzato anche dal dischetto. Fu una pagina triste per il Milan che riuscì a vendicarsi due anni più tardi vincendo la Champions in finale ancora contro gli inglesi. La prestazione del portiere Dudek fu straordinaria, come quella di questo portiere.

    Terry

    A Mosca due squadre inglesi si ritrovarono di fronte per la finale di Champions League 2008. Da una parte il Manchester United e dall’altra il Chelsea. La partita finisce alla lotteria dei calci di rigore, con John Terry, capitano dei Blues, incaricato di calciare l’ultimo rigore. Con una sua rete il Chelsea avrebbe vinto la coppa, ma sul più bello Terry scivolò. Si andò ad oltranza dove vinse lo United. L’errore di Terry fu sbeffeggiato, ma non come quello di Zaza.

    Baggio

    I trentenni di oggi ricordano ancora quel calcio di rigore. L’Italia si sta giocando il campionato mondiale e sul dischetto si presenta uno dei giocatori più forti di sempre, Roberto Baggio. Il popolo azzurro sogna, ma il “Divin Codino” spara alto e il Brasile vince la coppa. Le lacrime di Baresi e Baggio, con l’allora ct Sacchi a consolarli sono una pagina indelebile nella storia del calcio.

    786

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI