Germania-Danimarca in versione sexy giocata sulla sabbia [FOTO]

da , il

    Gli Europei di calcio sono in pieno svolgimento, stasera scenderanno in campo le nazionali del Girone D, partite che interessano da vicino anche l’undici azzurro secondo classificato nel Girone C dopo il 2-0 inflitto all’Irlanda. L’Italia affronterà la prima del raggruppamento D, in attesa di questo importante verdetto, in maniera parallela alla manifestazione ufficiale di Euro 2012, si è giocata una singolare partita. Non un match come tutti gli altri, su di un campo da beach soccer si sono affrontate Germania e Danimarca, due nazionali molto particolari perchè composte da bellissime ragazze vestite solo di pantaloncini, la maglietta a rappresentare i colori del proprio paese era invece disegnata sul petto delle atlete con la tecnica del body-painting.

    Germania-Danimarca a luci rosse

    Nello specifico, le ventidue avvenenti bellezze in campo erano porno attrici più o meno affermate e tra scontri aerei, possesso palla, calci di punizione, barriere bollenti e sguardi stralunati del pubblico maschile accorso numeroso per godersi lo spettacolo, si sono date battaglia sulla sabbia. Sporche e stanche ma sempre graziate e bellissime hanno dato il meglio di loro, sotto i flash fotografici e cellulari in azione per immortalare l’evento. Per la cronaca la gara è terminata con un roboante 13-1 in favore della nazionale di attrici a luci rosse danese, ma in questi casi e in questo contesto poco conta il risultato finale ma quello visto in campo durante l’incontro.

    La vendetta danese

    Non capita tutti i giorni di poter ammirare una partita del genere, possiamo dire che grazie a queste consumate dive dei set pornografici, l’Europeo di calcio è diventato ancora più interessante. Germania e Danimarca, quelle vere, hanno concluso il loro cammino nella prima fase incontrandosi all’ultima giornata. I tedeschi hanno passato il turno come primi classificati, i danesi hanno patito l’onta dell’eliminazione, un’esclusione resa però meno amara dalla vittoria delle alter ego sulla sabbia.