Finale Europa League: Porto-Braga 1-0, altro successo per Villas Boas

da , il

    Finale Europa League: Porto-Braga 1-0, altro successo per Villas Boas

    Il Porto di Villas Boas ha battuto il Braga per 1-0 e si é così portato a casa il secondo successo stagionale dopo il campionato portoghese: l’Europa League. Il tecnico portoghese si appresta sempre più a diventare il nuovo Mourinho.

    Falcao, Hulk, Rolando e Fernando sono i pezzi pregiati di questa squadra che ha dominato in Portogallo e che settimana prossima si giocherà pure la coppa nazionale: possibile quindi un “Triplete”.

    Ma chi con il suo 4-3-3 e i suoi metodi innovativi ha cambiato il Porto e l’ha riportato prepotentemente alla ribalta é proprio Villas Boas, l’allenatore che mezza Europa vorrebbe e che in Italia fa gola a Juventus e Roma.

    In finale il Braga ha sognato per 45 minuti chiudendo tutti gli spazi: alla prima disattenzione, però, la squadra di Paciencia è stata punita con il gol di Falcao, al 18° centro stagionale in Europa.

    L’allenatore ha così commentato il match: ““E’ un momento di grande felicità. Ma sono un po’ dispiaciuto perché la partita avrebbe potuto essere migliore. Entrambe le squadre avrebbero potuto giocare meglio. Però sentivamo molto la partita e comunque era pur sempre una finale. Quindi non c’è nulla di nuovo. Il Braga è sempre stato molto aggressivo, con un blocco molto compatto e ci ha reso difficile la vita. Detto questo, è una soddisfazione incredibile aver vinto e aver portato a casa un altro titolo in un’annata memorabile. Adesso voglio la Coppa di Portogallo di domenica”.

    Il settimo trofeo internazionale del Porto é arrivato sette anni dopo il magico 2004 che portò in dote il primo trionfo in Champions League targato Mourinho e poi il sigillo dell’Intercontinentale, oggi Mondiale per Club. L’anno prima Mou aveva trionfato nell’allora Coppa Uefa. Villas Boas ha come obiettivo proprio questo: cercare di emulare il suo “maestro”, portando l’anno prossimo il Porto il più vicino possibile alla finale di Champions.

    Solo la vendita dei pezzi pregiati del club potrebbe far vacillare Villas Boas di fronte a un’offerta: difficile però che il Porto, da sempre una bottega molto cara, si possa privare dei suoi gioielli.

    L’attuale “Special Two” quindi, l’anno prossimo cercherà di fare l’impossibile: conquistare la Champions con il Porto. Se ci dovesse riuscire il titolo di ” Special One ” potrebbe cambiare destinatario…

    Ecco il tabellino della partita:

    Porto (4-3-3): Helton; Sapunaru, Rolando, Otamendi, Alvaro Pereira; Guarin (28′ st Belluschi), Fernando, Moutinho; Hulk, Falcao, Varela (34′ st James Rodriguez). A disp.: Beto, Maicon, Souza, Micael, Walter. All.: Villas Boas

    Braga (4-5-1): Artur; Miguel Garcia, Paulao, Alberto Rodriguez (1′ st Kakà), Silvio; Vandinho, Custodio; Alan, Hugo Viana (1′ st Mossorò), Paulo Cesar; Lima (22′ st Meyong). A disp.: Cristiano, Helder Barbosa, Elderson, Leandro Salino. All.: Paciencia

    Arbitro: Carlos Carballo (Spa)

    Rete: 44′ Falcao (P)

    Ammoniti: Hugo Viana (B), Silvio (B), Sapunaru (P), Miguel Garcia (B), Mossorò (B), Kakà (B)

    Recupero: 1′ pt e 3′ st.

    Foto da AP/LaPresse