Conti deposito: rendimento fino al 4% in periodo di crisi

Conti deposito: rendimento fino al 4% in periodo di crisi
http://www.qnm.it/wp-content/uploads/2011/08/soldi-euro-banconote-mazzette.jpg

soldi euro banconote

Il mondo del risparmio è in subbuglio: mentre le borse vanno a picco, l’inflazione erode il potere d’acquisto e il classico conto corrente offre rendimenti minimi, i consumatori italiani cercano una soluzione per investire i propri soldi in modo sicuro e redditizio.

Per chi non ama gli investimenti a rischio e preferisce puntare sulla liquidità, ci sono prodotti che attualmente offrono ottime garanzie e rendimenti che arrivano a pareggiare l’inflazione e, in qualche caso, a superarla: si tratta dei conti deposito, detti non a caso prodotti salvadanaio, che negli ultimi tempi stanno riscuotendo un successo crescente tra i risparmiatori italiani.

I conti deposito presentano numerosi vantaggi, che li rendono appetibili soprattutto ai consumatori prudenti: in primo luogo, al pari dei conti correnti, sono garantiti dal Fondo interbancario di tutela dei depositi fino a 103 mila euro; in secondo luogo hanno costi di apertura e gestione limitatissimi, spesso pari a zero; infine, offrono rendimenti vantaggiosi. A tutto ciò si aggiunge che i depositi non sono soggetti dal “super bollo” applicato sui dossier titoli dall’ultima manovra finanziaria, un fattore che in questo momento li rende ancora più convenienti rispetto ad altri tipi di investimento.

Il conto deposito può essere libero oppure vincolato: nel primo caso, è possibile avere accesso alle somme depositate in qualsiasi momento, ma i tassi di interesse sono più limitati; vincolando i propri soldi per un periodo che va in genere dai 3 ai 24 mesi è possibile ottenere rendimenti che superano il 4% lordo, a patto che non si prelevino i soldi per tutta la durata del vincolo (in caso di svincolo anticipato le banche possono applicare una penale o non riconoscere gli interessi maturati). Naturalmente, maggiore è la durata del vincolo, più alta sarà la remunerazione degli interessi.

Attraverso il portale di confronto SuperMoney, è possibile avere una panoramica sui conti deposito offerti da numerose banche e valutare alcuni dei prodotti attualmente più redditizi sul mercato. Tra i depositi con vincolo di 24 mesi troviamo ContosuIBL di IBL Banca, che offre un rendimento netto effettivo del 2,95% annuo (4,04% lordo), ma non dà ai clienti la possibilità di prelevare i propri soldi in anticipo; anche il conto Eurodeposit di PrivatBank propone un vincolo di due anni remunerato al 2,77% netto e, in questo caso, è possibile svincolare le somme in anticipo ottenendo gli interessi maturati fino a quel momento. Alcuni istituti offrono depositi con vincolo di 18 mesi, come conto WeBank, che ha un rendimento del 2,40% netto. Tra i vincoli annuali più redditizi c’è conto deposito CheBanca!, che propone il 2,56% netto (3,50% lordo) e ha il vantaggio di versare gli interessi in anticipo. Lo stesso tasso di interesse viene applicato in promozione da ING Direct: fino al 17 agosto, i nuovi clienti che aprono conto arancio vincolato per 12 mesi ottengono il 2,56% netto.

C’è un altro elemento che, in futuro, potrebbe aumentare ulteriormente la redditività dei conti deposito: lo schema di riforma fiscale mira infatti ad uniformare l’aliquota sulle rendite da capitale al 20%. Al momento il provvedimento è soltanto una bozza sul disegno di legge delega, ma se fosse approvato porterebbe il prelievo sui depositi dall’attuale 27% al 20%, a tutto vantaggio dei risparmiatori.

Foto di aranjuez1404

Segui QNM

597

Pubblicato da Redazione il 05/08/2011 in: Conti correnti, Soldi e Carriera

Leggi di più : conto Arancio, conto deposito

COMMENTI ()
Sondaggio della settimana

Il miglior posto per cuccare?

Vota
Loading ... Loading ...

© 2008-2014 QNM, tutti i diritti riservati - Trilud S.p.A. - P.iva: 13300290155. Privacy

|Redazione

| Contattaci

| Pubblicità su QNM

| Google+

rss

QNM, supplemento alla testata giornalistica NANOPRESS registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08