Comprare bitcoin: dove e come farlo

Chi non ha sentito parlare almeno una volta di bitcoin? Ebbene, nel nostro approfondimento parleremo di come fare e dove comprare bitcoin, quali sono i metodi disponibili ad oggi per l'acquisto, quali sono i rischi e come muoversi in tale situazioni, sia che si voglia comprare bitcoin in anonimo, sia attraverso Postepay, PayPal o altra maniera.

da , il

    Comprare bitcoin: dove e come farlo

    E’ boom di bitcoin. Ma sapete dove e come fare per comprare bitcoin? Questa moneta virtuale che ha toccato picchi rilevanti in borsa, ha scosso l’interesse di tutti ed è caccia all’acquisto dei bitcoin. Se in passato abbiamo fatto il punto circa cosa sono i bitcoin, adesso ci occupiamo di dove comprare bitcoin, come farlo senza rischi e nella maniera più semplice possibile. Allo stato attuale delle cose, esistono quattro modi per farlo.

    Comprare bitcoin all’ATM

    L’ATM è il classico bancomat dal quale preleviamo i nostri soldi contanti, anche se per i bitcoin sono un po’ diversi e specifici per questa cryptovaluta. Comprare bitcoin in Italia e nel resto del mondo attraverso questi ATM per bitcoin è molto semplice: basta solo inserire i soldi nel distributore e immediatamente il vostro wallet si riempirà della somma acquistata. C’è da dire, però, che nel nostro Paese questi ATM sono molto pochi, anche se sono in arrivo altre postazioni molto innovative.

    In linea generale, c’è da aggiungere che alcuni di questi ATM richiedono la registrazione attraverso un documento di identità, che viene scansionato direttamente dalla macchina. Infine, rispetto ad altri metodi, questo ha le commissioni più alte di tutti.

    Comprare bitcoin agli exchange

    Il modo più sicuro di comprare bitcoin è attraverso gli exchange autorizzati, che permettono di acquistare bitcoin al valore reale di mercato con una piccola commissione aggiuntiva. Per compiere questa azione, però, bisogna aprire un conto ricaricabile via bonifico bancario sull’exchage preferito, come The Rock Trading o Bitstamp.

    Si tratta, dunque, di comprare bitcoin online, ma una volta presentati i documenti ed aperto il conto, è necessario trasferire la cryptovaluta sul proprio wallet, così da limitare ogni tipo di rischio.

    Bitboat: comprare bitcoin in anonimo

    Se invece avete l’esigenza di comprare bitcoin in anonimo, allora potrete optare per il sito Bitboat, soluzione perfetta anche se non avete vicino un ATM specializzato in cryptovaluta. Qui potrete comprare bitcoin con Postepay o Jiffypay oppure pagare in contanti completando poi l’operazione in ricevitoria (ovviamente convenzionata bitcoin).

    Garantendo l’anonimato, però, anche qui le commissioni sono alquanto onerose.

    Comprare bitcoin da un utente privato

    Si tratta di una forma di passggio di bitcoin fra utenti privati, organizzata in community – come ad esempio Localbitcoin – con tanto di feedback da parte degli acquirenti. Naturalmente, se non si conosce il venditore di bitcoin o il suo punteggio è basso, è bene cautelarsi così come si farebbe per una qualunque compravendita fra sconosciuti sul web.

    In linea generale, si possono comprare bitcoin con PayPal, ma anche con altri metodi di pagamento, che alla fine andranno ad incidere sulla commissione. Altro fattore che va ad accrescere il peso della commissione è il feedback dell’utente: più è alta l’affidabilità del venditore di bitcoin, maggiore potrebbe essere il rincaro.