Come arruolarsi nell’esercito tedesco

Come arruolarsi nell'esercito tedesco. Dove trovare i moduli per fare domanda, quali sono i documenti da presentare, il test attitudinale fisico e mentale, il sostegno finanziario, la durata del servizio militare volontario, come fare carriera, il ruolo delle donne

da , il

    Come arruolarsi nell’esercito tedesco

    Come arruolarsi nell’esercito tedesco? Dal 2011, la Germania ha abolito il servizio di leva obbligatorio, ma cinque anni dopo – con il Libro Bianco – ha deciso di rilanciare il ruolo della Bundeswehr, l’esercito federale. Dieci anni prima, nel 2006, il precedente Libro bianco aveva confinato la Germania a semplice partner affidabile nelle missioni internazionali. Le nuove sfide, terroristiche in particolare, hanno portato alla svolta, con la produzione di armi che, nel Paese, in un anno ha raddoppiato il suo export.

    Per poter svolgere il servizio militare volontario nell’esercito tedesco bisogna avere compiuto almeno 17 anni, aver finito la scuola dell’obbligo, aver ottenuto il consenso dal genitore o dal tutore e possedere la cittadinanza tedesca. Prima dell’arruolamento, c’è da superare un test di idoneità fisica e mentale. Dal 2001, sono ammesse nell’esercito tedesco anche le donne. La cittadinanza tedesca si acquisisce dopo aver risieduto per almeno otto anni in Germania.

    In cosa consiste la prova attitudinale fisica e mentale? Bisogna superare una visita medica e sostenere un test, infine c’è un colloquio dallo psicologo. A questo punto, verrà suggerito l’impiego migliore all’interno delle forze armate, anche tenendo conto di ciò che si desidera maggiormente. Il servizio militare volontario ha una durata minima di 7 mesi, ma può essere prolungato fino a 23 mesi. I primi sei mesi sono considerati periodo di prova e si può decidere di lasciare in qualunque momento.

    Per tutto il periodo del servizio militare volontario, gli uomini e le donne ricevono un sostegno finanziario temporaneo. Nel frattempo, si consiglia la professione da fare, il titolo di studio da conseguire per poterla svolgere. Attraverso colloqui con professionisti. Si può conseguire la laurea durante il servizio militare, frequentando la scuola serale. La formazione non è infatti compito dell’esercito tedesco. Esistono però due università della Bundeswehr, una a Monaco di Baviera e l’altra ad Amburgo. Con la laurea, è poi possibile avere il ruolo di ufficiale dell’esercito.

    Facciamo un passo indietro. Per presentare domanda di arruolamento, è necessario compilare il modulo che si trova sul sito ufficiale della Bundeswehr. Oppure contattare direttamente il proprio consulente di carriera. La domanda deve contenere il modulo compilato, un questionario supplementare anch’esso compilato, un curriculum vitate in forma tabellare, il certificato di nascita/estratto del registro di famiglia, una fototessera che può essere accompagnata dal certificato di laurea. E ancora: certificato di studio o di lavoro, attestati di lavoro, obblighi finanziari (contratto di mutuo, acquisto a riscatto), permessi di accesso per i rifugiati rimpatriati o emigranti sfollati. E, infine, il consenso al trattamento dei dati personali per la privacy.

    E’ naturalmente possibile scegliere la carriera militare, dopo il servizio volontario. Sarà il Centro di Colonia a valutare e accettare la domanda di carriera. Giova ricordare che la Bundeswehr è divisa in esercito, aeronautica e marina; si può trovare spazio pure nell’area cibernetica e di informazione, in quella medica e in quella di assistenza congiunta. Nel settore civile della Bundeswehr ci sono tre aree organizzative: infrastrutture, protezione e servizi ambientali; attrezzature, tecnologia dell’informazione e uso; personale.

    Una volta che è stata esaminata la domanda di carriera, sarà il cosiddetto Centro di carriera a richiedere e a eseguire l’esame di idoneità e di selezione.

    Un capitolo a sé merita l’inserimento delle donne nelle forze armate tedesche. Sono remunerate come gli uomini e possono fare domanda per qualsiasi corpo, proprio come i colleghi maschi. Nella Bundeswehr, dunque, non ci sono differenze, dal 2001, quando si è deciso di ammettere anche l’altra metà del cielo.