NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Affitto con riscatto: cos’è e come funziona

Affitto con riscatto: cos’è e come funziona

Comprare casa è sempre un tema caro agli investitori e cittadini italiani, ma non tutti sono a conoscenza dei modi in cui è possibile farlo: esistono infatti i contratti di affitto con riscatto per aiutare il risparmiatore in difficoltà. Scopriamo dunque insieme come funziona!

    Affitto con riscatto: cos’è e come funziona

    Vi siete mai chiesti cosa è e come funziona l’affitto con riscatto? Questa forma di locazione è una delle alternative all’acquisto diretto della casa. Quindi se state pensando di fare il grande passo e investire nel mattone seguite la nostra guida sulle regole da conoscere riguardo l’affitto con riscatto e alle differenze con il Rent to Buy.

    Quando l’acquisto tradizionale di una casa non è possibile per mancanza di liquidità o perché non si possiedono le condizioni necessarie per l’ottenimento di un mutuo, esistono formule alternative di compravendita, tra cui appunto l’affitto con riscatto. Questa tra le tante tipologie di affitto esistenti, è legata a contratto che riserva a chi ha il godimento del bene la possibilità di utilizzare le quote di locazione quale anticipo corrisposto al proprietario, e di ottenere la proprietà del bene dopo un certo periodo alle condizioni predeterminate.

    Per la vendita di immobili l’acquisto a riscatto impegna generalmente le parti a firmare un contratto di vendita con riserva di proprietà a un prezzo prestabilito ed entro una certa data, oltre ovviamente alle modalità di pagamento per l’acquirente. Quest’ultimo non solo si impegna a pagare il saldo all’atto del preliminare di vendita, ma a rispettare una certa modalità di pagamento: il pagamento di un acconto, l’affitto per un periodo prestabilito, il pagamento del saldo con una quota di capitale di proprio e una percentuale minima di mutuo.

    L’affitto con riscatto è composto quindi da due contratti separati e aventi vita autonoma: un contratto di affitto, e un preliminare di futura vendita da effettuarsi in un determinato tempo.

    Spesso si confonde l’affitto con riscatto col più recente Rent to Buy, una formula alternativa di acquisto proveniente dai Paesi anglosassoni. Dal punto di vista concettuale l’affitto con riscatto è una maniera di rateizzare, in tutto o in parte, il prezzo della casa. Il Rent to Buy è invece un programma preparatorio all’acquisto, che dà al potenziale acquirente il tempo di allinearsi ai parametri richiesti dalle banche per la concessione di un mutuo, in caso ovviamente non sia possibile ricorrere al contributo per la locazione. Nello specifico gli aspiranti mutuatari possono impiegare fino a 3 anni per innalzare il loro livello di equity, in modo da creare uno storico di versamenti che rassicuri la banca sulla propria affidabilità come pagatore.

    Scopri qui come recedere dal contratto di locazione.

    521

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Evergreen soldi e carrieraSoldi e Carriera
    PIÙ POPOLARI