Speciale Natale

Acquistare casa: 10 passi da seguire per comprare un immobile

Acquistare casa: 10 passi da seguire per comprare un immobile
da in Soldi e Carriera, Top & Flop
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 08/07/2015 14:54

    acquisto

    Acquistare casa è il sogno di molti italiani, ma spesso si ignorano le modalità da seguire per arrivare a comprare un immobile proprio: prima di fare un mutuo è infatti necessario aver compiuto una serie di valutazioni fondamentali per evitare di incorrere in un acquisto sbagliato, che potrebbe gravare sia dal punto di vista finanziario che soprattutto nella quotidianità. Ecco dunque una guida con 10 passi da seguire prima di acquistare casa.

    La zona
    mappa

    Il fattore posizione è la prima valutazione importante da compiere: l’ideale è scegliere una casa vicina al posto di lavoro oppure ben collegata, la presenza di attività commerciali nella zona prescelta, di scuole ed ospedali, accanto a considerazioni di natura più personale (ad esempio la vicinanza dai genitori).

    Villetta: pro e contro
    villetta

    Villetta o appartamento? Ci sono pro e contro in entrambi. Con la prima avrete maggiore autonomia, la disponibilità di un giardino e garage incluso, la possibilità di decidere da soli senza tener conto di altri proprietari. Di contro sarete isolati, e tutte le spese saranno a carico vostro.

    Appartamento: pro e contro
    appartamento

    L’appartamento è ideale se volete vivere in contesti urbani, ma di contro bisognerà avere a che fare con altre persone nelle decisioni da prendere, e altre problematiche potrebbero essere il ricorso al fitto di un box o posto auto per il parcheggio dell’automobile.

    Valutazioni accessorie
    ascensore

    Quando valutate l’acquisto di un immobile ci sono altre considerazioni da fare che riguardano la stabilità dell’edificio, dell’ascensore, del riscaldamento e delle tubature, che potrebbero generare ulteriori esborsi. Anche la posizione gioca un ruolo fondamentale, poiché il valore può oscillare in base alla maggiore o minore esposizione al sole.

    Verifiche
    catasto

    Una volta individuato l’immobile ci sono le verifiche da fare: bisogna entrare in possesso della scheda del catasto con tutta la documentazione e conoscere la rendita su cui si pagano le tasse, compiere la visura onde evitare truffe, farsi dare la certificazione energetica, la planimetria catastale e l’estratto mappa.

    Acquisto
    acquisto casa

    Una volta sciolte tutte le riserve è possibile formulare una proposta di acquisto, accompagnata da una caparra che funge da anticipo, ma anche da potenziale penale nel momento in cui doveste tirarvi indietro dalla compravendita.

    La scelta del mutuo
    mutuo

    Se non avete tutta la cifra necessaria a coprire l’investimento della casa, bisogna ricorrere all’accensione di un mutuo: la cifra generalmente non supera il 60 per cento del prezzo finale dell’immobile, da estinguere entro un lasso di tempo solitamente lungo. Determinante è la scelta del tasso di cambio.

    Pratiche del mutuo
    pratiche mutuo

    Quando iniziare le pratiche del mutuo? Il tempo opportuno va dalla proposta d’acquisto fino alla stesura del rogito, ma non bisogna avere fretta, è sempre bene consultare più istituti di credito e confrontare i diversi preventivi a disposizione.

    Rogito
    rogito

    Dopo la fase del compromesso, da far redigere al notaio, che costituisce l’atto definitivo di compravendita, si passa alla stesura del rogito, dove sempre il notaio avrà il compito di verificare la completezza delle carte e correttezza delle informazioni contenute, conferendo validità legale all’atto di vendita.

    Cosa fare dopo
    contatore bollette

    Gli adempimenti burocratici non finiscono con la compravendita: bisogna comunicare il cambio di proprietà all’amministratore di condominio, fare la disdetta o il subentro da tutte le bollette in corso, e poi la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani al Comune, e la denuncia Ici.

    936

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI