Speciale Natale

Scompenso cardiaco: i sintomi da considerare

Scompenso cardiaco: i sintomi da considerare
da in Disturbi, Workout

    scompenso cardiaco sintomi

    Lo scompenso cardiaco, con i suoi sintomi da considerare, è una condizione legata all’incapacità del cuore di pompare una quantità sufficiente di sangue per aiutare l’organismo ad affrontare tutte le sue necessità. Il problema si può sviluppare in seguito ad una lesione cardiaca oppure a causa di una sollecitazione eccessiva del cuore dovuta, per esempio, all’ipertensione non trattata o ad una disfunzione delle valvole del muscolo cardiaco. In genere per diagnosticare lo scompenso cardiaco si utilizzano alcuni esami, come l’ecocardiogramma, l’elettrocardiogramma, l’esame sotto sforzo e la radiografia del torace. Scopriamo tutti i sintomi dello scompenso cardiaco.

    dispnea scompenso cardiaco

    Uno dei sintomi caratteristici dello scompenso cardiaco è il fiato corto. Il sintomo si manifesta a causa del fatto che nelle vene polmonari il cuore non è in grado di pompare adeguatamente il sangue. Tutto ciò può determinare anche la fuoriuscita di acqua dai vasi sanguigni agli alveoli polmonari.

    aumento frequenza cardiaca scompenso cardiaco

    L’aumento della frequenza cardiaca si può verificare, perché il cuore aumenta i battiti, in modo da compensare la perdita della capacità di pompaggio del sangue.

    stanchezza scompenso cardiaco

    Chi soffre di scompenso cardiaco si può sentire particolarmente affaticato. Questo si verifica perché il cuore non riesce a pompare il sangue a sufficienza per rispondere alle necessità dell’organismo. Come conseguenza il sangue viene maggiormente inviato verso il cuore e il cervello e viene deviato dai punti meno vitali, soprattutto dai muscoli delle gambe.

    gambe gonfie scompenso cardiaco

    Nello scompenso cardiaco si possono verificare casi di edema. Il problema è determinato dal ristagno venoso e dal fatto che i reni hanno una capacità ridotta di eliminare acqua e sodio. Tutto ciò determina un aumento della ritenzione di acqua nei tessuti, soprattutto a livello delle gambe, delle caviglie e dei piedi.

    inappetenza scompenso cardiaco

    Si possono verificare fenomeni di inappetenza e di nausea, a causa del ridotto afflusso di sangue all’apparato digerente.

    bisogno urinare scompenso cardiaco

    Come conseguenza della ritenzione di acqua nell’organismo, chi soffre di scompenso cardiaco avverte spesso un impellente bisogno di alzarsi di notte per urinare.

    turgore giugulari scompenso cardiaco

    Le vene giugulari hanno il compito di riportare il sangue dalla testa al cuore. Questa funzione appare compromessa per il pompaggio poco efficiente.

    tosse scompenso cardiaco

    In caso di scompenso cardiaco, come sintomo raro, si può manifestare anche una tosse persistente in seguito all’accumulo di acqua nei polmoni.

    779

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI