Speciale Natale

Prostatite cronica: cura e conseguenze per la fertilità

Prostatite cronica: cura e conseguenze per la fertilità
da in Malattie, Workout, prostata
Ultimo aggiornamento:
    Prostatite cronica: cura e conseguenze per la fertilità

    La prostatite cronica consiste in un’infiammazione della ghiandola prostatica, che include alcuni disturbi. Fra questi ci sono il bisogno frequente ed urgente di urinare, il dolore o il bruciore, l’eiaculazione dolorosa, l’emissione di urina durante la notte e la cistite. In genere i sintomi della prostatite cronica si sviluppano in modo graduale. Bisognerebbe intervenire prima che la situazione si cronicizzi, anche perché poi riesce più difficile la cura, basata essenzialmente su una terapia antibiotica. Ci possono essere, tra l’altro, delle conseguenze per la fertilità da non sottovalutare affatto.

    La cura

    La cura per la prostatite cronica consiste nel ricorso agli antibiotici. E’ da specificare, comunque, che nelle forme croniche diventa più difficile approntare una terapia, per questo è molto importante seguire dettagliatamente le indicazioni mediche, che riguardano la durata della cura e il modo di assumere gli antibiotici.

    Le prostatiti croniche possono interferire molto con la qualità di vita del paziente. In genere come farmaci si privilegiano i chinoloni. La terapia dura per alcuni mesi, per 2 o 3, ma anche per 5 o 6, nel caso in cui è necessario ripetere cicli di antibiotici ogni 30 giorni per 2 o 3 settimane.

    Da non dimenticare l’utilità di alcuni decongestionanti fitoterapici, come i decotti a base di carciofi, salvia, betulla, gramigna ed equiseto.

    Le conseguenze

    Le conseguenze della prostatite cronica riguardano in particolare la sfera riproduttiva, visto che la malattia rischia di far cadere nell’infertilità. Non è da dimenticare, infatti, che la prostata è un organo molto importante per la riproduzione, sia per la posizione che occupa, ma anche per altri motivi.

    Le sostanze che essa secerne, difatti, portano un contributo fondamentale alla composizione del plasma seminale. Con la prostatite si possono avere delle alterazioni, che modificano i parametri del liquido seminale e peggiorano la sua capacità fecondante.

    Inoltre non bisogna trascurare il fatto che il liquido prodotto dalla prostata ha anche la funzione di fornire energia agli spermatozoi, per permettere ad essi di raggiungere l’ovulo. Le alterazioni non favoriscono la mobilità degli spermatozoi, i quali, in questa maniera, non riescono molto a sopravvivere nell’apparato genitale femminile.

    La prostatite, tra l’altro, comporta dei problemi che riguardano la sfera sessuale, come l’eiaculazione precoce, dei disturbi nell’erezione e nel desiderio. Tutto ciò non fa altro che mettere in pericolo la fertilità.

    478

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieWorkoutprostata

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI