Omeopatia per dimagrire: 12 rimedi

Omeopatia per dimagrire: 12 rimedi
http://www.qnm.it/wp-content/uploads/2011/07/dieta.jpg

dieta

Il principio dell’omeopatia si basa sull’assunzione di sostanze altamente diluite, sotto forma di granuli, con l’obiettivo di innescare il sistema naturale di guarigione dell’organismo. Sulla base dei sintomi specifici, un’omeopata prescriverà il rimedio più appropriato per ogni paziente.

L’omeopatia è una pratica olistica che si basa sul principio della similitudine: una sostanza che provoca determinati sintomi se assunta in dosi elevate, può curare quei sintomi stessi se utilizzata in piccole quantità. Per esempio, bere troppo caffè può causare insonnia ed agitazione: quindi, secondo questo principio, il caffè quando trasformato in rimedio omeopatico, può essere usato per curare quegli stessi sintomi.

In omeopatia, un fattore basilare, è che ogni persona è soggetta ad una universale “energia vitale” che deve essere equilibrata, affinché l’organismo inneschi una risposta di autoguarigione. Quando questa energia viene interrotta o non è in equilibrio, si verificano problemi di salute. I rimedi omeopatici hanno quindi lo scopo di ristabilire l’equilibrio vitale dell’energia e stimolare un’adeguata risposta di guarigione da parte del corpo.

L’omeopatia non è riconosciuta dalla scienza ufficiale: come per molti rimedi anche in questo caso l’effetto placebo può risultare fondamentale. Quando si crede in qualcosa, quel qualcosa sembra infatti avere gli effetti desiderati. Prendendo quindi il tutto con un certo beneficio del dubbio, analizziamo anche come l’omeopatia si dichiari utile per dimagrire.

Sempre più persone sono infatti interessate a migliorare il loro stile di vita adottando sistemi naturali per diminuire lo stress, dimagrire e mangiare meglio. L’obesità negli ultimi tempi ha raggiunto proporzioni dilaganti e la causa è imputabile ad una cattiva educazione alimentare e alla sedentarietà, ma non solo.

Nel corso dei secoli scorsi, grasso era sinonimo di salute, ma oggi sappiamo tutti che non è così. Essere in sovrappeso, non significa affatto essere ben nutriti, ma significa che all’organismo manca il giusto equilibrio.
Osservando i desideri alimentari e la costituzione fisica di una persona, si possono ottenere indicazioni per il rimedio omeopatico che potrebbe aiutare nella cura di questi squilibri.

Problemi personali ed emotività pare abbiano una grande responsabilità nell’aumento dell’obesità e del sovrappeso. Che si tratti di insicurezza, di bisogno di amore e di cure, di sensazione di mancanza di qualcosa, di incapacità di raggiungere gli obiettivi o di altri problemi della vita, alcune persone manifestano questi problemi emotivi attraverso il peso. Alcune persone non riescono più a mangiare e dimagriscono troppo, mentre altre continuano a mettere chili. L’omeopatia interviene con rimedi differenti a seconda del problema da affrontare.

I rimedi omeopatici possono aiutare una persona a perdere peso, bilanciando il fattore emotivo che deriva dal problema. Quando una persona si sente meglio, il suo organismo mette in moto meccanismi naturali di adattamento, con un maggiore controllo nelle scelte e il peso si potrà così ristabilizzare.

Naturalmente, è necessario migliorare lo stile di vita optando per scelte sane, soprattutto in campo alimentare. Con lo stimolo omeopatico, una persona può perdere peso e migliorare la digestione, l’eliminazione dei liquidi e il metabolismo. Un omeopata richiede una dettagliata storia di vita e una anamnesi completa per la ricerca del rimedio corrispondente, trovare cioè un rimedio olistico che comprenda simpatie e antipatie, punti di forza e debolezza fisica, tenendo in considerazione anche il lavoro, gli obiettivi e i problemi relazionali.

Vediamo quindi alcuni prodotti omeopatici usati per dimagrire:


- Crudum Antimonium:
indicato per chi è irritabile soprattutto quando qualcuno lo ammonisce di non mangiare troppo, perché non gli piace sentirsi dire cosa fare, né gli piace quando la gente lo fissa. Questo rimedio aiuta in caso di eruttazione, gas e diarrea che si presenta con la lingua patinata da cattiva digestione e per aver mangiato troppo . Questo tipo di persona ha l’acne e brufoli e ha bisogno di cibi acidi e aceto.


- Argentum nitricum:
per coloro che sono dipendenti da dolci e cioccolato. Una cosa fondamentale da ricercare è la paura delle altezze, l’ansia da prestazione, da spazi ristretti e stanze affollate. Persone molto ansiose facilmente predisposte a qualsiasi tipo di stress. Tipico degli artisti, musicisti o cantanti.


- Calcarea carbonica:
queste persone hanno un metabolismo molto lento, fino al punto di non dover andare in bagno raramente. Hanno difficoltà a controllare il loro appetito, forse perché non ricevono il segnale di sazietà dal cervello. Amano le uova e i cibi caldi. Emaciati con cute flaccida, muscolatura debole e tendenza a sudare, soprattutto sulla testa durante la notte. Alcuni sintomi fisici che potrebbero portare a questo rimedio sono occhi appiccicosi e naso che cola. Quando sono a dieta, possono avvertire capogiri e vertigini. Da bambini di solito hanno pelle chiara, capelli biondi e, a volte, piace loro mangiare gesso.


- Coffea cruda:
Come dice anche il nome, questi tipi sono eccitabili, irrequieti e nervosi come quando si beve troppo caffè. Mangiare li aiuta a calmarsi, soprattutto quando non riescono a dormire dalle emozioni troppo forti. La sintomatologia peggiora con il freddo, con le emozioni forti, l’eccitazione e di notte; migliora con il caldo in generale.


- Capsicum:
Queste persone in sovrappeso hanno spesso nostalgia di casa e sono pigri. Hanno il viso arrossato e le fiamme nello stomaco. Come la pianta del peperoncino, queste persone possono sentirsi molto accaldate, irritabili, con disturbi digestivi e anche pensieri depressivi. Soffrono spesso di infiammazioni, flatulenza, meteorismo, borbottii addominali, otite media, infiammazione acuta del timpano, herpes labiale, stomatite, odore sgradevole in bocca.


- Ferrum phos:
Questo rimedio è spesso usato per stimolare il sistema immunitario. Per le persone in sovrappeso che sono ipersensibili, irritabili durante una dieta e che si lavano in modo maniacale, questa potrebbe essere una buona scelta.


- Graphites:
Questo rimedio che proviene dal carbonio, è usato spesso per bambini piagnucolosi, ferite della pelle e abrasioni. Ma è anche un grande aiuto per le donne in perimenopausa che non riescono a perdere peso. Esteticamente sia gli uomini che le donne, hanno la pelle pallida e sono molto sensibili al freddo, con i piedi freddi. Per quanto riguarda la digestione, soffrono di stitichezza e amano mangiare nell’intervallo tra i pasti.


- Ignatia:
Conosciuto come il rimedio numero uno per i disturbi derivati da un profondo turbamento emotivo; la persona può apparire un po’ isterica, fuori controllo, con ansia e paura. Mangiare aiuta e anche l’atto di deglutire il cibo la fa sentire bene. Sospiri continui sono un indizio.


- Kali carbonicum:
Il soggetto è pallido, giallastro con viso e palpebre gonfie. E’ sempre affaticato, la debolezza fisica non consente di lottare, di affermarsi, per cui il paziente è di cattivo umore, scontento, impaziente, irritato principalmente con se stesso. La sintomatologia generale comprende stipsi con feci voluminose, frequenti emorroidi con dolori acuti e pungenti.


- Lycopodium:
Un altro tipo che adora i dolci. Le persone che hanno paura e ansia esibendosi in pubblico, vogliono avere il controllo a casa, perché sottomessi al lavoro. Il sovrappeso si concentra nella parte inferiore del corpo e spesso hanno i capelli grigi in giovane età.


- Natrum zolfo:
Un altro rimedio con una componente di zolfo noto per essere un rimedio in caso di depressione e obesità. Possono avere avuto una commozione cerebrale a causa di infortunio o incidente sportivo. Tendono ad essere individui molto responsabili, con un forte senso del dovere. La musica può renderli emotivamente più tristi e depressi.


- Nux vomica:
I soggetti adatti a questo tipo di rimedio, amano bere bevande alcoliche. Di temperamento, sono persone appassionate che possono essere molto gelose o abusare verbalmente dei propri cari. Ogni volta che il fegato è interessato, il soggetto diventa irascibile. Oltre al sovrappeso, la persona può avere violenti attacchi di starnuti come da febbre da fieno. Vogliono essere in grado di fare tutto e, non riuscendoci, si arrabbiano al punto di soffrire di costipazione. Questi soggetti possono soffrire anche di crampi e spasmi.


- Conclusione

Attualmente non è dimostrato che l’omeopatia sia realmente efficace al di là dell’effetto placebo . Alcune ricerche dimostrano che funziona, anche se tendono ad essere mal progettate e condotte dagli stessi omeopati, altre più approfondite e condotte scientificamente, dimostrano che l’omeopatia non funziona affatto. Gli studi sull’omeopatia insomma, sembrerebbero essere inversamente proporzionali: migliore è lo studio e minori sono le possibilità di un riscontro positivo. Ma è doveroso aggiungere, che se anche si trattasse di effetto placebo, i suoi effetti positivi sono da molti apprezzati. Non vale sempre il detto ”il fine giustifica i mezzi”? Del resto l’omeopatia non viene usata per curare malattie gravi e visto che male non fa, vale sempre la pena tentare prima una via totalmente naturale.

In definitiva questi rimedi sembrano non avere effetti collaterali: tenetene conto ricordandovi però che prima di intraprendere qualunque dieta è necessario consultare un nutrizionista.

Foto da oonaghseye

Segui QNM

1486

Pubblicato da Gabriele Borrello il 06/07/2011 in: Dieta, Salute e fitness

Leggi di più : omeopatia

COMMENTI ()
Sondaggio della settimana

Il miglior posto per cuccare?

Vota
Loading ... Loading ...

© 2008-2014 QNM, tutti i diritti riservati - Trilud S.p.A. - P.iva: 13300290155. Privacy

|Redazione

| Contattaci

| Pubblicità su QNM

| Google+

rss

QNM, supplemento alla testata giornalistica NANOPRESS registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08