Dieta metabolica: mangiare in base al proprio metabolismo

da , il

    Dieta metabolica: mangiare in base al proprio metabolismo

    La dieta di tipo metabolico si basa sul principio che ogni persona ha un metabolismo diverso, determinato dai geni alla nascita. Se si prendono ad esempio gli eschimesi che si nutrono quasi esclusivamente di carne e gli asiatici, che si nutrono prevalentemente di vegetali, invertendo loro le rispettive diete si avrebbero scompensi a danno della salute.

    I loro geni infatti, si sono adattati agli alimenti disponibili nei loro ambienti per migliaia di anni, pertanto per rimanere sani si deve seguire, quanto più possibile, la dieta adatta al proprio tipo di metabolismo.

    Un ricercatore, William Wolcott, ha descritto così i tre tipi metabolici:

    - Tipi Proteici: ossidativo veloce o parasimpatico dominante. Essi tendono ad essere spesso affamati, bramano i grassi, i cibi salati, non sopportano le diete a basso contenuto calorico, tendono ad affaticarsi, sono ansiosi e nervosi. Sono spesso letargici oppure si sentono cablati, sul filo del rasoio, energici pur essendo stanchi.

    -Tipi Carbo: ossidativo lento o simpatico dominante. In genere il loro appetito è relativamente debole, predisposti per i dolci, hanno spesso problemi con la gestione del peso, personalità di tipo A (competitività spinta e diffusa a tutti gli aspetti della vita, tendenza alla sfida e alla lotta, impazienza, insofferenza per i diversi ritmi altrui e per l’insufficienza degli altri, ecc) e sono spesso dipendenti dalla caffeina.

    -Tipi Misto: bilanciato neutro. In genere il loro appetito è medio, provano desiderio per i dolci e i cibi amidacei, hanno pochi problemi relativi al controllo del peso e sono spesso affaticati, ansiosi e nervosi.

    Gli alimenti consigliati per ogni tipo metabolico, sono stati studiati dallo scienziato George Watson, mediante ricerche durate oltre 20 anni, al fine di stabilire l’effetto che alimenti differenti hanno sul pH del sangue e come il rapporto tra grassi, proteine e carboidrati, cambi a seconda delle specifiche esigenze nutrizionali di ognuno.

    Una dieta di tipo metabolico, non solo porta ad una salute fisica, ma aumenta anche il benessere intellettuale ed emotivo. Il cervello è l’organo più sensibile alle sostanze nutritive. Assieme al sistema nervoso, che controlla tutto il corpo, è fortemente influenzato da ciò che si mangia o si beve. Già negli anni ’50, il dottor Watson, sottolineò questo rapporto stretto. Dopo parecchi anni di studi condotti su pazienti con problemi psichiatrici, arrivò a teorizzare che il comportamento e la personalità di un individuo è in gran parte determinata da ciò che mangia ogni giorno.

    > Ma quali sono le linee guida per la dieta?

    Secondo la dieta metabolica, i tre tipi metabolici dovrebbero mangiare i seguenti alimenti:

    - Il Tipo Proteico ​​dovrebbe seguire diete ricche di proteine, grassi e oli, e proteine ​​ad alta concentrazione di purina come paté, fegato di manzo, fegato di pollo ecc. L’assunzione dei carboidrati deve invece essere bassa.

    - Il Tipo Carbo dovrebbe seguire una dieta ad alto contenuto di carboidrati e a basso contenuto di proteine, grassi e oli. I pasti dovrebbero essere leggeri e le proteine ​​a basso contenuto di purina.

    - Il Tipo Misto dovrebbe seguire una dieta ad alto contenuto di grassi, che preveda sia proteine ​​ad alto contenuto di purina e a basso contenuto di grassi, sia proteine ​​a basso contenuto di purina come formaggio, uova, yogurt, tofu, noci. Questo tipo richiede un apporto relativamente uguale fra proteine, grassi e carboidrati.

    > Quali sono i punti di forza di questa dieta?

    A differenza di altre diete, che raccomandano lo stesso piano per tutti, la dieta metabolica riconosce che una dieta efficace per una persona può non esserlo affatto per un’altra. In una dieta di tipo metabolico inoltre, non sarà necessario limitare le calorie e contrariamente a quanto accade nelle diete a basso regime calorico, non si avrà fame.

    > E quali sono le precauzioni da prendere con questa dieta, e quali sono i reali benefici?

    I critici della dieta metabolica sono convinti che una dieta ricca di frattaglie, patè e di grassi saturi di origine animale non è consigliabile ai fini di una salute ottimale.

    Dovremmo però imparare a nutrirci dagli animali che infatti sanno perfettamente quello di cui hanno bisogno e perché.

    Nella società moderna siamo così sbilanciati dallo stress, dagli alimenti trasformati e raffinati, dai fast food, che abbiamo perso il contatto con il nostro corpo.

    La dieta metabolica ridona equilibrio all’organismo, rendendoci ricettivi ai messaggi che costantemente il corpo ci invia per mantenerci in salute.

    Foto da netdoctor