Dieta mediterranea dimagrante: come seguire la piramide alimentare

Dieta mediterranea dimagrante: come seguire la piramide alimentare
da in Dieta, Workout
    Dieta mediterranea dimagrante: come seguire la piramide alimentare

    Per dieta mediterranea si intende in generale il modo di alimentarsi dei Popoli che si affacciano sul Mediterraneo. Gli alimenti alla base della dieta mediterranea, che per secoli ha rappresentato e rappresenta ancora, il modo di alimentarsi anche nel nostro Paese, sono: pane, pasta, legumi, olio di oliva, vino, verdura e frutta di stagione, frutta in guscio e pesce azzurro.

    Questo tipo di alimentazione, varia, sana e semplice, è stato accuratamente studiato, oltre 50 anni fa, dall’americano Ancel Keys, il quale mise a confronto la dieta americana, giapponese e mediterranea. Dal suo studio osservò che nella popolazione del bacino mediterraneo la mortalità per cause cardiovascolari era decisamente inferiore rispetto a quanto accadeva negli altri popoli.

    Keys notò che le popolazioni più soggette a problemi cardiovascolari erano quelle che consumavano più grassi saturi (strutto, burro, lardo), carni rosse ed alimenti molto raffinati. Ulteriori studi più recenti hanno confermato i risultati di Keys.

    La nuova piramide alimentare della dieta mediterranea moderna, rivolta a tutti gli individui di età compresa tra i 18 e i 65 anni, sottolinea l’importanza dell’attività fisica, della convivialità a tavola e dell’abitudine di bere acqua, privilegiando il consumo di prodotti locali a seconda della stagione.

    -In breve consiglia di consumare:
    - Ogni giorno cereali e derivati, preferibilmente integrali, frutta e verdura di stagione, latte e derivati, olio di oliva(extravergine), frutta a guscio e semi, erbe aromatiche e un poco di vino rosso.
    - Nel corso della settimana prodotti ittici, soprattutto pesce azzurro, alternati a carne bianca, uova e legumi, e infine, con grande moderazione, carne rossa, salumi e dolci.

    Seguire una dieta mediterranea, non significa dunque, come molti erroneamente pensano, consumare pane e pasta in abbondanza, ma assumere abbondanti quantità di cereali, legumi, verdure e frutta di stagione, con limitazione dei prodotti lavorati, della carne e dei grassi di origine animale.

    Ma quali sono i vantaggi della dieta mediterranea?
    Rientrano nella dieta mediterranea molti piatti semplici, economici, gustosi, colorati, diversi a seconda del mutare delle stagioni.

    Non si tratta quindi di un regime alimentare punitivo, ma di un tipo di alimentazione che consente di dare grande soddisfazione sia all’occhio che al palato, rifornendo l’organismo di sali minerali, vitamine, sostanze protettive e acidi grassi della serie omega3 e omega6 (presenti nel pesce azzurro, nelle noci, negli oli vegetali e nei legumi).

    La dieta mediterranea rappresenta perciò un fattore importante di prevenzione di patologie cardiovascolari e comunque di malattie a sfondo alimentare tipiche delle società occidentali.

    Seguirla può dunque offrire un valido aiuto per attuare buone scelte e mangiare meglio tutti i giorni, ma non bisogna dimenticare di associarla al movimento. Una delle regole più importanti, detta delle quattro ”M” è Mangiare Meno, Muoversi Molto.

    Purtroppo però, è ormai abitudine per molti mangiare sempre più e muoversi sempre meno. Un’inversione di tendenza è necessaria: l’estate si sta avvicinando…

    Foto da fotorita

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DietaWorkout
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI