Dieta del gruppo sanguigno: realtà o fantasia?

Dieta del gruppo sanguigno: realtà o fantasia?
da in Alimentazione, Dieta, Workout

    dieta del gruppo sanguigno

    Dieta del gruppo sanguigno: è realtà o solo fantasia? Si tratta di un regime alimentare ideato dal naturopata di origine italiana Peter D’Adamo e sostenuta dal Dottor Mozzi. Secondo D’Adamo, quando si vuole mettere a punto una dieta efficace si deve tenere conto in particolare del gruppo sanguigno dell’individuo, un fattore fondamentale per impostare un corretto regime alimentare. In base alle teorie del naturopata americano, i gruppi sanguigni degli uomini si sarebbero formati nel corso dell’evoluzione della specie in base alle particolari abitudini alimentari e comportamentali dei soggetti. Tutto questo, quindi, influenza con diversi benefici la dieta, che dovrebbe essere diversificata in base al gruppo sanguigno.

    lectine dieta gruppo sanguigno

    Nella dieta del gruppo sanguigno un ruolo importante è svolto dalle lectine, che, secondo D’Adamo, sono delle proteine particolari contenute in alcuni alimenti, che sarebbero in grado di influenzare diversamente i gruppi sanguigni. Ogni individuo, in particolare, sarebbe intollerante nei confronti di alcune di queste proteine, un fattore che sarebbe alla base delle numerose intolleranze alimentari sempre più diffuse. Non mancano, però, alcuni dubbi da parte della scienza, perché, secondo alcuni studi, non ci sarebbero delle basi scientifiche: i vari tipi di lectine si trovano contemporaneamente in molti cibi e quindi non sarebbero in grado di influire in modo selettivamente solo su un gruppo sanguigno. Spesso, inoltre, l’attività di queste sostanze sarebbe nulla.

    Ci sono, poi, delle opinioni controverse e delle critiche, come quelle che riguardano in generale il divieto di consumare latticini. Questi ultimi sono ricchi di calcio, un minerale importante per il nostro organismo, perché una sua carenza mette a rischio di osteopenia ed osteoporosi. Chi ha un gruppo sanguigno 0 viene invitato ad assumere molte proteine con l’alimentazione, ma un regime ricco di queste sostanze aumenterebbe la perdita di calcio e quindi metterebbe il soggetto a rischio per una carenza di questo minerale.

    gruppo 0 dieta gruppo sanguigno

    La dieta da seguire per coloro che appartengono a questo gruppo dovrebbe essere a basso contenuto di carboidrati, ad alto contenuto di proteine ​​(come carne e pesce) e povera di leguminose e cereali come il pane, la pasta ed il riso. Si dovrebbero mangiare frutta e verdura in abbondanza, ma ridurre il consumo di verdure crocifere (come il cavolfiore). Da evitare anche salsicce, salumi e cibi salati, latticini e uova. Chi appartiene a questo gruppo sanguigno dovrebbe evitare di bere bevande analcoliche e caffè, preferendo il tè. Inoltre dovrebbe praticare attività fisica con regolarità (meglio gli sport competitivi che richiedono un intenso sforzo fisico).

    gruppo a dieta gruppo sanguigno

    Gli appartenenti al gruppo A dovrebbero evitare la carne rossa, mangiare molto pesce e verdure e pochissimi latticini. L’attività fisica dovrebbe essere leggera, preferendo ad esempio lo yoga. Dovrebbe essere evitato il consumo di insaccati, carni in scatola e cibi affumicati e salati. Si possono consumare prodotti alimentari a base di soia. Da consumare regolarmente semi oleosi e frutta secca (anche se dovrebbero essere evitati pistacchi e noci del Brasile).

    gruppo b dieta gruppo sanguigno

    Coloro che appartengono al gruppo B dovrebbero mangiare molta carne (da evitare il pollo, il maiale e le salsicce), oltre a pesce (da evitare i frutti di mare), frutta e verdura (come gli spinaci, uno dei migliori alimenti antiossidanti), evitando cibi conservati e zuccheri semplici. Un’attività sportiva leggera, come la camminata, è indicata per questo gruppo di persone. Si deve preferire una dieta varia ed equilibrata, che preveda il ricorso alla frutta e agli ortaggi a foglia verde. Il gruppo B è l’unico che tollera i latticini, quindi si possono consumare con moderazione. Questi soggetti dovrebbero effettuare un’attività fisica moderata, come il nuoto o il ciclismo.

    gruppo ab dieta gruppo sanguigno

    Gli appartenenti al gruppo AB, secondo D’Adamo, presentano un sistema immunitario vulnerabile. L’apparato digerente fragile ha bisogno di una dieta moderata mista, con un consumo minimo di carni rosse, pasta, fagioli e noci. Si dovrebbe evitare la carne in scatola, quella affumicata e stagionata. Si può mangiare il pesce, evitando però aragosta, gamberi, granchi, ostriche, vongole, acciughe e anguille. Si possono consumare frutta (soprattutto prugne, uva, uno degli alimenti alcalini da mangiare quotidianamente, ananas e frutti di bosco) e verdura (soprattutto pomodori).

    987