NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Dieta autunnale: 5 consigli per restare in forma

Dieta autunnale: 5 consigli per restare in forma
da in Dieta, Workout
    Dieta autunnale: 5 consigli per restare in forma

    Con l’autunno la natura ci offre un’esplosione di colori: piante e frutti riempiono infatti con il colore un’atmosfera che si fa sempre più rigida. Ma anche il colore vuole la sua parte, quindi: che frutta e verdura è preferibile assumere durante l’autunno? Scopriamolo attraverso 5 consigli.


    1- Quale frutta scegliere:

    Sono da preferire gli alimenti astringenti (come mele e melagrane) e non ricchi d’acqua, come invece accadeva durante i mesi estivi. La frutta da non far mancare? Semplice: fichi, melagrane, cachi, mele, pere, uva e le prime arance.


    2- Quale verdura scegliere:

    Le verdure di stagione sono barbabietole, bietole, broccoli, cavoli, cavolfiori, verze, carote, finocchi, patate, porri, radicchio, sedano, spinaci e zucche.


    3- Come regolarne l’assunzione?

    La verdura è da inserire a pranzo e cena: sarebbe buona regola iniziare proprio con questa categoria di alimenti, ricca di fibre. Questa assunzione di carboidrati complessi e fibre, infatti, tende a dare un senso di sazietà che farà si che il pasto proseguirà con meno pietanze del solito.
    A pranzo potete puntare su un piatto di pasta integrale o del riso. A cena invece è meglio puntare sulle proteine: pesce, carni bianche e qualche volta le uova, sono le scelte migliori.

    Per quanto riguarda il metodo di cottura è meglio mangiare verdure crude a pranzo (sono più drenanti e attivano in maniera migliore il metabolismo – esempio: radicchio, finocchi, insalate) e cotte a cena (esempio: cavoli, verza, zucca) poichè non favoriscono la diuresi: cosa c’è di più fastidioso di doversi alzare di notte per andare in bagno?

    La frutta è invece preferibile per gli spuntini del mattino e del pomeriggio ed eventualmente insieme alla prima colazione. Non dimenticate dell’importanza delle merende, utili per contrastare il calo glicemico che inevitabilmente a metà mattina e a metà pomeriggio ci rende più aggressivi e deboli.


    4- Le quantità giuste:

    Per far si che l’apporto derivante da frutta e verdura sia congruo, le quantità per porzione dovrebbero avere un peso di circa 150 grammi: questa corrisponde a un frutto medio-grande (esempio: mele, pere e arance) o dure – tre frutti in caso di mandarini, prugne e albicocche.


    5- L’importanza dell’attività fisica:

    D’inverno a causa del freddo, si tende per natura a mangiare di più e a concedersi qualche sfizio. La presenza di numerose feste inoltre non aiuta certo chi ha problemi di linea. E’ quindi consigliabile unire a uno stile alimentare sano anche una regolare attività fisica: jogging, camminate in montagna, nuoto e palestra, restano le più indicate.

    Siete pronti ad affrontare al meglio l’autunno e il periodo freddo?

    Foto da writingprogramptw

    488

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DietaWorkout
    PIÙ POPOLARI