9 alimenti che abbassano il testosterone

Quali sono gli alimenti che abbassano il testosterone? Ne abbiamo scelti 9, cibi comuni che normalmente troviamo nella nostra dieta mediterranea o comunque sulla nostra tavola. Scopri come abbassare il testosterone in maniera naturale e senza controindicazioni: perché la salute passa anche dalla tavola.

da , il

    alimenti che abbassano il testosterone

    Oltre agli integratori, ci sono tanti alimenti che abbassano il testosterone. Si tratta prettamente di cibi che abbassano il testosterone in maniera naturale, grazie alla presenza di estrogeni e/o fitoestrogeni. Tali alimenti sono cibi comuni che, molto probabilmente, mangiamo ogni giorno senza conoscerne le qualità di inibitori del testosterone: per far sì che queste vivande siano efficaci, bisogna mangiarne in grande quantità (ma senza strafare).

    Ma vediamo subito assieme quali sono i 9 alimenti che abbassano il testosterone.

    Legumi

    alimenti che abbassano il testosterone soia

    I legumi sono fra gli alimenti che abbassano il testosterone naturalmente, grazie alla presenza dei fitoestrogeni. Fra tutti, è sicuramente la soia da preferire, anche in versione tofu o hummus. Inoltre, ottimi sono le lenticchie, i fagioli, i ceci e i piselli. Oltre a diminuire il testosterone, questi cibi sono una fonte naturale di proteine, ideali anche per chi segue un regime dietetico vegetariano o vegano.

    Vitamina B

    alimenti che abbassano il testosterone avocado

    Tutti gli alimenti che contengono vitamina B sono perfetti per abbassare il testosterone. Dunque sì a fegato, manzo, tonno, avena, tacchino, noci brasiliane, patate, avocado e kefir.

    Vitamina C

    alimenti che abbassano il testosterone pompelmo

    Assumere molti cibi con la vitamina C vuol dire assicurarsi un ottimo rimedio naturale per abbassare il testosterone. Quindi a tavola potrete abbondare con kiwi, pesche, banane, arance, pompelmi, cantalupo, cedri, pomodori, asparagi, carciofi, cavolfiore e mais.

    Grassi insaturi

    alimenti che abbassano il testosterone olio oliva

    I cibi che contengono grassi insaturi sono l’ideale per chi cerca degli alimenti che abbassano il testosterone. Fra i cibi consigliati ricordiamo l’olio d’oliva, l’olio di semi di lino, la frutta secca e il sesamo. In linea generale, è sempre bene non abusare dei cibi grassi, anche quando parliamo di quelli “nobili” come l’olio d’oliva, poiché c’è il rischio di scatenare altre patologie come l’obesità, il diabete e le malattie coronariche.

    Semi

    alimenti che abbassano il testosterone semi di lino

    Prediligere l’utilizzo di semi nella propria dieta è un toccasana e, fra l’altro, questi alimenti sono fra quelli che abbassano il testosterone in maniera naturale. I migliori in assoluto, in questo caso, sono i semi di lino, ma anche quelli di zucca, sesamo, anice, girasole e papavero fungono alla causa.

    Cereali

    alimenti che abbassano il testosterone avena

    Anche i cereali possono essere annoverati fra gli alimenti che abbassano il testosterone naturalmente. In particolar modo sono molto utili da aggiungere alla propria dieta l’avena, il farro e l’orzo. Altresì i cereali integrali hanno gli stessi vantaggi di quelli normali, favorendo un aumento dei livello di estrogeno nel corpo.

    Latte e derivati

    alimenti che abbassano il testosterone latte

    Il latte e i suoi derivati sono fra gli alimenti che abbassano il testosterone. In particolar modo si consiglia l’assunzione di formaggio, yogurt e burro (quest’ultimo senza esagerare).

    Erbe e spezie

    alimenti che abbassano il testosterone peperoncino

    Oltre ai cibi elencati, anche alcune erbe e spezie specifiche possono essere dei validi aiuti per diminuire il testosterone. Fra questi c’è il timo, la curcuma, l’origano, il peperoncino e lo zenzero.

    Caffè

    alimenti che abbassano il testosterone caffè

    Anche il caffè contribuisce ad abbassare il testosterone in maniera naturale aumentando gli estrogeni. Sono da preferire le miscele organiche e bio, che sono prive o comunque con concentrazioni ridotte di pesticidi e fertilizzanti. Come sempre, si consiglia di non esagerare nell’assunzione questa bevanda.