Speciale Natale

10 regole per digerire prima e meglio

10 regole per digerire prima e meglio

    regole-per-digerire-prima-e-meglio

    Quali sono le regole per digerire prima e meglio? A volte può capitarti, dopo un pasto, di sentirti appesantito e gonfio. Le cause di tutto ciò potrebbero essere varie e consistono soprattutto nelle regole alimentari sbagliate che segui. A volte il disturbo è provocato dal mangiare troppo velocemente oppure dalla scelta di cibi che appesantiscono il tuo organismo. Dovresti sapere quando mangiare il pesce, la carne, i formaggi, dovresti evitare il burro e i grassi eccessivi, è importante scegliere anche il metodo di cottura più adatto. Ti spieghiamo alcuni trucchetti che possono favorire la tua digestione. Così potrai mangiare con più tranquillità.

    1. Bevi acqua naturale
    bevi acqua naturale

    Al mattino bevi sempre prima di colazione un bicchiere di acqua naturale, meglio se tiepida, o una tisana che sgonfi il ventre e depuri l’organismo. Replica prima o dopo pranzo con un infuso a base di finocchio e carciofo che coadiuvi la digestione.

    2. Mangia verdure a cena
    mangia-verdure-a-cena

    Per cena preferisci un piatto di minestra o zuppa di verdura (senza patate e pomodori), ricca di fibre, minerali e vitamine: è facile da digerire, non appesantisce l’organismo nel momento della giornata in cui è più stanco e non disturba il sonno.

    3. Evita troppi carboidrati
    evita-carboidrati

    Evita di mangiare nello stesso pasto primi piatti (pasta o riso), pizza, patate, polenta, pane con mollica e dolci. Troppi carboidrati raffinati forniscono un numero sbilanciato di calorie, provocano gonfiore e danno un’ipoglicemia di rimbalzo da una a 3 ore dopo la loro ingestione: ne consegue un senso di spossatezza.

    4. Scegli un’alimentazione variegata
    alimentazione-variegata

    Scegli per 3 o 4 pasti il pesce, 2 volte a settimana carne magra, come cibi proteici per la massa muscolare, una volta i salumi (prosciutto cotto e crudo purché senza grasso, bresaola e speck), una volta i formaggi (meglio se freschi e non stagionati). Opta per almeno 4 piatti a base di proteine vegetali, contenute, per esempio, in soia, frutta secca e fagioli.

    5. Evita burro e fritture
    evita-burro

    Evita burro, margarina, lardo e fritture che risultano complessi da digerire e appesantiscono la funzionalità fegato. Usa a piacere limone, aceto di mele e balsamico, che, al contrario, favoriscono i processi digestivi.

    6. Cuoci i cibi al vapore
    cuoci-vapore

    Cuoci preferibilmente i cibi al vapore, ai ferri, al forno (tradizionale o microonde) e usa pentole antiaderenti in modo da ridurre al minimo i condimenti: in questo modo il cibo, oltre a mantenere quasi intatti i nutrienti, risulta più semplice da digerire.

    7. Mangia la frutta
    mangia-frutta

    La frutta dovrebbe essere assunta come spuntino nell’arco della giornata o all’inizio dei pasti perché dona un senso di sazietà. Dopo i pasti sono indicate le fragole, scarse di zuccheri, e poi l’ananas e la papaya per la presenza di bromelina e di papaina, due enzimi che favoriscono la demolizione delle proteine.

    8. Respira bene prima dei pasti
    respira-bene

    Inizia sempre il pasto dopo avere fatto cinque lente inspirazioni ed espirazioni a bocca aperta: questo esercizio aiuta a masticare bene e a mangiare lentamente.

    9. Mangia con calma
    mangia-con-calma

    Per essere digeribili, i pasti vanno consumati con calma, in un clima confortevole, masticando lentamente ed evitando sbalzi di temperatura.

    10. Scegli prodotti semplici
    prodotti-semplici

    Scegli prodotti alimentari semplici, freschi e dissetanti, per una dieta equilibrata ed efficace. E’ sempre meglio evitare gli alcolici, che contribuirebbero all’aumento del numero di calorie nel pasto.

    959

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI