Speciale Natale

Peugeot RCZ 2013 by Arlen Ness, esemplare unico da 200 cavalli [FOTO]

Peugeot RCZ 2013 by Arlen Ness, esemplare unico da 200 cavalli [FOTO]
da in Auto, Motori, Peugeot
Ultimo aggiornamento:

    Non solo moto al Motor Bike Expo di Verona, che apre le porte il 18 gennaio. Largo anche alle quattro ruote, a patto che siano strettamente legate al mondo dei centauri, come la Peugeot RCZ 2013 interpretata da Arlen Ness. Il marchio californiano firma una one off basata sull’ultima versione della coupé francese, attesa nei concessionari tra poco più di un mese nel suo model year 2013.
    Abbiamo imparato a conoscerne le differenze rispetto al passato, mentre con questa one-off si replicano dettagli del mondo custom su una quattro ruote.

    La colorazione bi-colore è caratterizzata dalla striscia in cuoio sul cofano motore, che ospita non solo il leone Peugeot ma anche lo scudetto emblema di Arlen Ness e sovrasta la nuova calandra, interpretata per avvicinare la RCZ agli stilemi introdotti con la 208. A ricordare l’esclusività del modello ci pensano i cerchi in lega dal disegno specifico e i terminali di scarico rivestiti in carbonio. L’altra novità per i motociclisti “prestati” al mondo delle auto spicca proprio al retrotreno. Siamo abituati a vederlo sulle Ducati, mentre questa volta Termignoni firma lo scarico della Peugeot.

    Peugeot RCZ Arlen Ness, retro della vettura

    Due elementi che richiamano fedelmente la forma impiegata sulle moto e sono inseriti nel diffusore con terza luce integrata. Infine, la striscia in cuoio posizionata sul cofano anteriore la ritroviamo anche davanti allo spoiler mobile e su una porzione degli specchietti retrovisori, per quella che è una “firma” inconfondibile.

    Interni Peugeot RCZ Arlen Ness

    Il re dei chopper rende unica la Peugeot RCZ con una colorazione opaca, arancione e nera, mentre gli interni sfoggiano un misto di pelle e alcantara evidenziati dalle cuciture arancioni. Non solo stile è, però, la RCZ Arlen Ness, visto che sotto al cofano pulsa il motore 4 cilindri 1.6 Thp da 200 cavalli e con filtro aria Sprint Filter; grandi interventi anche sull’assetto, dotato di ammortizzatori e molle sportive, sviluppato da Andreani Group e caratterizzato da elementi Ohlins regolabili in altezza, sul precarico della molla e nell’estensione. Tutto questo per scatenare al meglio sull’asfalto l’esuberanza della coupé francese, mentre per fermarsi in sicurezza si può far affidamento sull’impianto frenante Brembo e le pinze a 4 pistoncini. Esteticamente si caratterizzano per il rosso che spicca dietro le razze dei cerchi in lega, mentre sul piano tecnico ospitano pastiglie ad alte prestazioni che mordono dischi forati e autoventilati.

    PERCHE’ QUESTA UNIONE TRA PEUGEOT E IL MONDO ARLEN NESS?

    Zach Ness vicino alla Peugeot RCZ Arlen Ness

    Zach Ness appoggiato alla nuova Peugeot RCZ by Arlen Ness

    In molto si sono chiesti: perché questa unione tra due mondi distanti, molto diversi, tra Peugeot ed Arlen Ness? Per scoprirlo, abbiamo avuto il piacere di intervistare prima Eugenio Franzetti, Direttore Relazioni Esterne Peugeot Italia, poi anche il nipote di Arlen Ness, Zach Ness (nella foto in alto).

    Eugenio, la Peugeot RCZ è la prima novità 2013 di Peugeot. Questa però è una versione diversa, la Arlen Ness.

    Come mai questo connubio?

    Eugenio Franzetti: “Febbraio sarà il mese in cui lanciamo ufficialmente sul mercato il restyling della RCZ, una vettura bella, “stilosa”, supersportiva, performante e aggressiva, un’auto creata appositamente per gli appassionati. Allora in anteprima, prima ancora di lanciarla, abbiamo voluto farne una versione unica, soprattutto per quelli che, in maniera un po’ edonistica, vanno alla ricerca di modelli unici ed esclusivi e personali, oggetti attraverso il quale rappresentano se stessi. L’RCZ a questo si presta benissimo: una vettura che porta al divertimento di guida ed è la macchina che si avvicina di più ad una motocicletta. Così abbiamo deciso di “sposarci” con un grande customizzatore come Arlen Ness apposta per creare un esemplare unico di RCZ”.

    A che target è rivolta questa vettura?

    Eugenio Franzetti:“Il target a cui è rivolta la Peugeot RCZ è colui che è appassionato di auto, ma che soprattutto si emoziona a guardare, comprare e guidare una vettura e che cerca da questa stessa delle prestazioni di altissimo livello. La RCZ ha tutto questo, ha nel piacere di guida la sua dote principale, per questo l’abbiamo voluta personalizzare, non solo esteticamente con colori e pelle, ma anche dal punto di vista tecnico. Ad esempio ha un impianto frenante costruito da Brembo apposta, ammortizzatori Ohlins creati appositamente per questa vettura, gli scarichi Termignoni e il filtro Sprint Filter, per prestazioni di altissimo livello. Per cui anche dal punto di vista tecnico la vettura è ancora più esclusiva, ancora più unica”.


    Ci sarà quindi un solo esemplare?

    Eugenio Franzetti: “L’idea di Peugeot è quella di un solo esemplare, unico, che si lega ai migliori creatori di accessori per moto al mondo, che racconta quale sia l’essenza del marchio, l’emozione che sa dare”.

    Zach Ness ed Eugenio Franzetti alla presentazione ufficiale della Peugeot RCZ al Motor Bike Expo 2013 di Verona

    Zach ed Eugenio Franzetti alla presentazione della nuova Peugeot RCZ Arlen Ness al Motor Bike Expo 2013 a Verona

    Siamo riusciti a scambiare anche qualche parola con Zach Ness, il nipote del grande Arlen Ness, creatore del più famoso marchio custom del mondo.

    Allora Zach cosa ne pensi di questa vettura?

    Zach Ness: “Macchina molto “cool”, di tendenza, bellissime linee, non vedo l’ora di provarla!”

    Questo matrimonio tra il mondo “custom” delle personalizzazione e il mondo sportivo dell’automobile, come lo vedi?

    Zach Ness:”Questa è una vettura ad alte prestazioni con un look molto particolare. Un connubio tra due marchi molto prestigiosi come Peugeot e Arlen Ness”.

    Puegeot RCZ Arlen Ness design-vettura

    Per ultimo, siamo riusciti a fare alcune domande ad Omar Olmi responsabile vendite e marketing di Arlen Ness. Con lui siamo andati più a fondo nella vettura, parlando di questioni tecniche, entrando nei dettagli della nuova Peugeot RCZ.

    Omar, prima di tutto: parliamo di questa customizzazione. Cosa ne pensi?

    Omar Olmi: “In realtà questa non è una customizzazione, è un pensiero, un’idea comune nostra e di Peugeot, che ha realizzato questa vettura dalle linee straordinarie, e noi abbiamo lavorato insieme a loro per creare quest’auto”.

    Ma quali sono le diversità dal punto di vista tecnico da una RCZ normale e questa versione Arlen Ness?

    Omar Olmi: “Quando abbiamo visto questo nuovo modello di Peugeot, che era già il massimo e all’avanguardia, abbiamo pensato che era veramente difficile renderlo ancora migliore. Così abbiamo pensato di aggiungerci un po’ delle nostre conoscenze, delle nostre caratteristiche della nostra anima motociclistica. Quindi questa vettura presenta contenuti tecnici molto similari a quello che è il nostro ambiente moto”.

    1244

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMotoriPeugeot

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI