Luci di marcia diurne obbligatorie sui nuovi veicoli

Luci di marcia diurne obbligatorie sui nuovi veicoli
da in Auto, Motori
    Luci di marcia diurne obbligatorie sui nuovi veicoli

    Dopo 2 anni dalla direttiva comunitaria che impone la presenza di luci che automaticamente vengono accese all’avvio del motore, il 7 febbraio 2011è arrivata una misura che sancisce l’obbligo, per tutti i veicoli di nuova fabbricazione o di nuova immatricolazione, di essere equipaggiati con le cosiddette DRL (luci di marcia diurne).

    Questa strategia è stata posta in essere al fine di rendere maggiormente visibili veicoli nelle immediate vicinanze in modo da incrementare la sicurezza durante la guida. Nei mercati scandinavi tutto ciò è già all’ordine del giorno e, presto, sarà così anche da noi.

    Infatti, le case automobilistiche avranno evidentemente un po’ di tempo per adattarsi alla normativa. Dovranno dunque organizzarsi per dotare i propri veicoli di luci supplementari che, per salvaguardare l’ambiente, dovranno consumare circa il 25-30% in meno della batteria rispetto ai tradizionali fari anabbaglianti considerando anche il maggior tempo di operatività. Dopo il crepuscolo, i DRL si spengono automaticamente lasciando all’automobilista il compito di accendere le luci di guida ordinarie.

    Secondo gli ultimi dati, sia i mezzi pesanti che gli autobus dovranno sottostare a questo obbligo solo a partire dal 7 agosto del 2012 mentre i veicoli già circolanti dovranno soltanto provvedere all’accensione delle normali luci senza l’obbligo di installazione di quelle diurne.

    L’obiettivo a medio termine di questo programma consiste nella riduzione del numero di incidenti e di vittime che ogni anno si registrano a causa di cattive condizioni di visibilità e distrazione.

    Fonte Foto: cameRAMA

    281

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMotori
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI