Lancia Ypsilon Diamond: un modello unico che abbraccia i sensi

da , il

    Al Salone di Francoforte debutta la show-car Ypsilon Diamond, una vettura che esprime la massima espressione dell’essenza del lusso, una vettura impreziosita in ogni dettaglio, ad iniziare dall’utilizzo di materiali di rivestimento di altissimo pregio e verniciature raffinate e uniche per trattamento e lavorazione.

    Non si tratta di un semplice esercizio di stile ma di una vero e proprio spunto per la ricerca di un modello unico, decisamente al top e capace di trasmettere eleganza e raffinatezza allo stato dell’arte. La spettacolare colorazione “eco-chrome”, così definita perché l’effetto è ottenuto tramite verniciatura e non attraverso il tradizionale bagno galvanico, è impreziosita ulteriormente da una nuance calda “oro bianco”.

    La particolare tinta “eco-chrome” coinvolge anche diversi elementi esterni come, per esempio, il tettuccio o le calotte degli specchi, e non solo. Anche le maniglie delle porte o il cofano così come lo spoiler sono arricchiti con questa colorazione che lascia il segno. Il resto della show-car è verniciata con un elegante colore bianco, effetto soft-touch e denominato “Chiffon Blanc”.

    Il team del Centro Stile Lancia, come si intuisce facilmente, ha creato un modello unico, prezioso, dove l’accostamento cromatico svolge un ruolo di primo piano. Il colore, per Lancia, non è solo un dettaglio ma un preciso punto di riferimento per conquistare il cuore del pubblico.

    All’interno l’eleganza e la ricercatezza trovano l’habitat ideale per esprimersi al meglio ed abbracciarsi per un effetto che colpisce i sensi. La cura del dettaglio è evidente così come pure l’impiego di materiali di qualità superiore che vanno dalla preziosissima pelle “Galuchat” nero bronzeo (riveste la zona centrale dei sedili e gli appoggiatesta con logo Ypsilon) alla morbida pelle Nabuk goffrato a carta e glitterato sui fasciami dei sedili, sulla plancia e sui pannelli delle porte.

    Anche all’interno regna sovrano l’accostamento cromatico. Il chiaro dell’Alcantara che riveste il padiglione, in tono con la verniciatura dei montanti e delle pantine parasole, trova il suo contraltare nelle tonalità scure della parte inferiore della plancia e soprattutto nella morbida e ricca pelle nera che ricopre volante, cuffie del cambio e freno a mano.

    Un coinvolgimento totale, dunque, che esprime il fascino di una vettura ammaliante, in cui il design rappresenta qualcosa di più rispetto ad un mero esercizio di stile fine a se stesso.