Check-up invernale per l’auto: 10 consigli utili

da , il

    Check-up invernale per l’auto: 10 consigli utili

    L’ondata di freddo di questi giorni ci ricorda che oramai l’inverno è alle porte. Per questo è necessario eseguire qualche semplice controllo alla propria vettura in modo tale che possa affrontare tranquillamente la stagione fredda. Secondo un’indagine di Chiarezza.it, comparatore online tra polizze assicurative, ci suggerisce un vademecum.

    Una delle prime cose da fare consiste nel rabboccare il liquido refrigerante del motore con un antigelo per scongiurare la formazione di ghiaccio. Si può bilanciare la miscela con una composizione di antigelo e acqua nella proporzione 50-50.

    Anche se tale controllo andrebbe eseguito regolarmente nel corso dell’anno, il ricambio dell’olio e la verifica dei suoi livelli riveste un ruolo chiave soprattutto in inverno.

    Inoltre, uno dei passi assolutamente d’obbligo, consiste nel verificare lo stato della batteria per evitare che l’automobile si rifiuti tassativamente di avviarsi. La durata media di una batteria è di cinque anni ma non fa male una visita presso la proprio autofficina di fiducia per verificarne lo stato.

    Di inverno non è certamente una buona idea trascurare lo stato del battistrada considerando, tra l’altro, le frequenti piogge o cui si andrà incontro. La profondità della superficie di aderenza dovrebbe rientrare entro i 1.6 millimetri previsti dalla legge ma, sarebbe preferibile, essere su livelli maggiori e non ridursi al minimo sindacale. Infondo, è sufficiente una visita al proprio gommista e perdere qualche minuto che potrebbe però rivelarsi fondamentale per la sicurezza propria e dei propri cari.

    Potrebbe sembrare banale ma gli sbalzi di temperatura estremi possono indebolire il parabrezza. In caso siano presenti delle incrinature, accertatevi di ripararle in modo professionale oppure, se è il caso, di sostituire il parabrezza nella sua interezza. Giocando in anticipo rispetto al meteo, sarebbe opportuno prevedere sempre che la visibilità della strada fosse ottima. Ad esempio, la mattina, si potrebbe eliminare l’eventuale strato di ghiaccio sul parabrezza utilizzando un raschietto in materiale plastico per non danneggiare il vetro. Ancora meglio, la sera prima, potrebbe essere un’ottima idea, soprattutto quando è più freddo, applicare uno spray per impedire la formazione di ghiaccio sul parabrezza. Bisogna fare attenzione: per sghiacciare il parabrezza non bisogna mai utilizzare acqua calda anche se l’operazione sembrerebbe sensata. Infatti, così facendo, si rischia di causarne la rottura a causa della repentina variazione della temperatura.

    A causa delle piogge, i tergicristalli devono trovarsi in condizioni impeccabili. D’estate il calore può indebolire i tergenti in gomma dei tergicristalli. Si tratta di spendere qualche minuto per procedere alla sostituzione di questi ultimi.

    Esattamente come accennato per il parabrezza, occorre verificare anche lo stato dei fanali anteriori per ottenere la migliore qualità visiva. Se tutto è regolare, il fascio di luce deve illuminare omogeneamente la strada avanti a se senza disturbare gli altri conducenti.

    Anche se spesso non ci si pensa, una chiave danneggiata può causare enormi problemi d’inverno così come una serratura bloccata può lasciarvi in preda al freddo e alla frustrazione. Il freddo compromette anche le batterie del telecomando, quindi assicuratevi che siano nuove per evitare simili inconvenienti.

    Potrebbe essere l’occasione giusta anche per portare la propria automobile presso il proprio meccanico per eseguire le verifiche del caso sulle parti meccaniche più soggette ad usura. Ad esempio, sarebbe il caso di verificare l’efficienza del sistema frenante.

    Un ultimo consiglio riguarda la possibilità di sottoscrivere un servizio di assistenza che si preoccupi del soccorso qualora la vettura smetta di funzionare.