NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Fermo amministrativo auto: cos’è?

Fermo amministrativo auto: cos’è?

Tra le varie sanzioni per i contribuenti morosi, il fermo amministrativo è uno dei più noti e diffusi: ecco dunque tutto quello che dovete sapere, dalla prescrizione al fermo amministrativo illegittimo passando per la verifica e la prescrizione

da in Auto, Motori
    Fermo amministrativo auto: cos’è?

    Cos’è il fermo amministrativo? Si tratta di una procedura introdotta nel 1973 da diversi enti statali come l’Agenzia delle Entrate, le Regioni, i Comuni e addirittura l’Inps, pensata appositamente per permettere allo Stato di rivalersi dei crediti non saldati dal contribuente, in questo caso bloccandone un bene mobile legalmente registrato. Cerchiamo dunque di capire meglio come funziona.

    In pratica il fermo amministrativo moto o auto è un atto attraverso il quale i già citati enti competenti, che in questo caso rappresentano anche i creditori, bloccano il veicolo dell’interessato moroso in quanto bene mobile iscritto nei pubblici registri. Il fermo amministrativo auto Equitalia (la società di riscossione dei tributi statale) può avvenire per mancati pagamenti delle tasse, ma è anche tra le sanzioni per la revisione auto scaduta o per pesanti infrazioni del Codice stradale.

    Il fermo amministrativo auto, come verificare il suo stato? Semplicemente con una visura della targa del veicolo, una procedura che è possibile effettuare presso tutti gli uffici PRA con un costo extra di 2,84 euro, oppure presso le delegazioni ACI o le agenzie di pratiche auto pagando però la naturale commissione prevista in questi casi. Infine è possibile ormai anche svolgere la visura targa online, ma in ogni caso consigliamo sempre di verificare tale stato, anche prima di acquistare un nuovo veicolo.

    Cancellazione fermo amministrativo auto, come effettuarla? Semplice: occorre prima di tutto pagare i debiti con lo Stato, quindi entro 20 giorni sarà la stessa Equitalia a comunicare l’avvenuto pagamento all’Agenzia delle Entrate. Attendendo ancora 20 giorni verrà emessa la revoca del fermo amministrativo, e un documento verrà inviato allo stesso contribuente. Quindi occorrerà andare in un ufficio PRA per rendere effettiva la revoca, con i relativi documenti e pagando tra i 20 e i 45 euro. Infine la prescrizione del fermo amministrativo avviene dopo 3 anni dalla data di scadenza del pagamento del bollo.

    Questo non è però tutto ciò che c’è da sapere sul fermo amministrativo, infatti ovviamente questa norma non vuole essere troppo penalizzante: per esempio per gli invalidi o per coloro i quali il mezzo interessato sia unico e necessario, il fermo diventa automaticamente un fermo amministrativo illegittimo, quindi non valido. Ciò accade anche in caso di eventuale prescrizione dei crediti.

    513

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMotori
    PIÙ POPOLARI