Citroen C4 5 porte: berlina di classe

Citroen C4 5 porte: berlina di classe
da in Auto, Citroen, Motori

    Citroen si esibisce in un esercizio tecnico-stilistico che, nella nuova C4, porta allo sviluppo di una berlina che, per ciò che concerne la dotazione tecnica e gli allestimenti, può essere considerata sopra la media comune del settore.

    Una vettura appartenente al segmento C, curata nella costruzione e nella dotazione, capace però di mantenere il prezzo entro limiti tollerabili e decisamente appetibili. Con una larghezza di 179 centimetri e un bagagliaio con un volume di 408 litri, Citroen C4 si piazza ai primi posti della categoria quanto ad abitabilità che riveste, in questo modello, un ruolo dominante.

    Ma gli interni non regalano soltanto spazio ma anche una esperienza di cura nel dettaglio che risalta sin dai primi momenti in cui si sale a bordo. Gli allestimenti disponibili sono diversi e studiati per offrire esattamente quell oche il cliente chiede. Attraction è quello di base e Seduction è quello intermedio. Gli allestimenti top di gamma sono rappresentati da Exclusive e Business che spingono ancora di più la cura al dettaglio.

    Che la Citroen C4 rappresenti qualcosa di superiore alla media si evince grazie, ad esempio, alla presa da 230 V nell’abitacolo attraverso la quale collegare vari dispositivi, al sedili riscaldabili su richiesta oppure al modulo WiFi che consente di comunicare in libertà. Ma, in un chiaro stile rivolto alla sicurezza, il produttore ha installato anche un comodo pulsante che attiva un servizio di assistenza disponibile 24/7.

    Abbandoniamo un attimo il design e parliamo della tecnica. Oltre all’azione combinata dell’ABS e dell’ESP, la Citroen C4 dispone dell’Intelligent Traction Control che effettua un monitoraggio continuo sulla trazione del veicolo. Inoltre, un pratico sensore di parcheggio ci avverte se, durante le manovre, stiamo rischiando di urtare un altro veicolo.

    Per ciò che concerne le motorizzazioni, Citroen C4 è disponibile in diverse versioni. Sono stati sviluppati 4 motori a benzina e altrettanti a gasolio a cambio manuale a 5 o 6 rapporti oppure automatico (o manuale pilotato). Tra le diverse proposte spicca il turbodiesel e-Hdi “microibrido” dotato di un sofisticato sistema che punta su un alternatore reversibile che ha il compito di ricaricare la batteria e di ricoprire il ruolo di motore elettrico.

    358

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoCitroenMotori
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI