Bertone Nuccio concept, celebra i 100 anni al Qatar Motor Show 2013 [FOTO]

da , il

    Sceglie il palcoscenico del Qatar Motor Show 2013 Bertone per lanciare il concept Nuccio, vettura che celebra il centenario della nascita del carrozziere torinese, autore insieme alle più importanti matite italiane di capolavori come la Lamborghini Countach o la Lancia Stratos.

    Un esemplare unico, destinato a finire nel garage di un facoltoso collezionista, che racchiude i tratti distintivi di tre modelli emblematici per Bertone: la Stratos Zero del 1970, la Alfa Romeo Carabo del ’68 e la Lamborghini Countach del 1971.

    Quando osservi quei tratti spigolosi, netti, ritrovi l’essenza delle sportive del passato. Monta un motore otto cilindri a V da 4.3 litri, in grado di erogare 480 cavalli e collocato in posizione centrale. Ma non è l’elemento chiave della Nuccio. E’ il design a caratterizzare tutta l’auto, lunga 4 metri e 80 centimetri e alta 1 metro e 22. Muso cortissimo, invaso dal parabrezza incorniciato dai montanti che terminano sui passaruota posteriori: sembrano quasi due mazze da hockey nella vista del tre quarti e separano la scelta di una carrozzeria bicolore: grigio la tinta predominante, arancione sul tetto e la coda.

    Altra novità del frontale è la striscia luminosa posizionata orizzontalmente, come d’altronde avviene al retrotreno. Ma se dietro è normale trovare le luci di stop, meno è il sistema pensato per avvisare i pedoni: è stato ribattezzato Front brake light e si illumina quando l’auto inizia una frenata.

    L’unica concessione a linee sinuose la Bertone Nuccio concept la fa ai passaruota e sulla fiancata (almeno in parte), caratterizzata da un’alternanza di superfici concave e convesse. I montanti tracciano la linea del tetto, in realtà più alta di quanto non sia il raccordo con la coda e contraddistinti dall’integrazione delle prese d’aria per il motore V8 montato dietro l’abitacolo. Scelta tecnica che ha portato a proiettare i due posti in avanti, nel richiamo stilistico alla Lamborghini Countach.

    La coda riunisce tetto e montanti in una freccia netta e spigolosa come l’intero design del concept, originale e in grado di far discutere. Più convenzionali gli interni, con la bella plancia in alluminio sospesa tra i due sedili. Anche sulle portiere, una struttura a Y in alluminio crea un ambiente corsaiolo e freddo, temperato dai rivestimenti in pelle nera e arancio.

    E’ un esemplare unico quello esposto a Doha insieme ad altre creature dell’atelier Bertone (Bertone Pickster, Bertone Aston Martin Jet2 e Bertone Jaguar B99) e per il collezionista che se la aggiudicherà ci sarà anche in regalo un giubbotto personalizzato in cashmere, firmato da un’altra eccellenza italiana, il Lanificio Cerruti.