Auto più economiche del 2013, tutti i modelli a meno di 10 mila euro [FOTO]

Auto più economiche del 2013, tutti i modelli a meno di 10 mila euro [FOTO]
da in Auto, Motori

    Costretti a cambiare l’auto perché vi ha lasciato a piedi? In un periodo di crisi nel quale è d’obbligo centellinare ogni euro, stiliamo la classifica delle auto più economiche del 2013, modelli con prezzo di listino inferiore ai 10.000 euro, spesso incentivati da campagne promozionali delle case, tali da regalare un’ulteriore sforbiciata a prezzi già vantaggiosi. Il riferimento è a quei modelli che si offrono sul mercato al di sotto della soglia magica dei 10 mila euro, senza prendere in considerazione offerte specifiche dei singoli costruttori.
    Ci si aspetterebbe di trovarsi davanti a un elenco di piccole citycar buone per muoversi nel traffico e caricare qualche busta della spesa, ma non è così, vista la presenza anche di spaziosi monovolume e berline di segmento B tutta sostanza.

    In rigoroso ordine alfabetico troviamo la Chevrolet Spark, Citroen C1, Dacia Sandero, Dokker e Lodgy, Ford Ka, Hyundai i10, Kia Picanto, Nissan Pixo, Peugeot 107, Renault Twingo, Seat Mii, Skoda Citigo, Suzuki Alto e Volkswagen Up! Tra gli affari più convenienti. Certo, versioni d’attacco davvero scarne nella dotazione, priva anche di accessori basilari, come gli alzavetri elettrici o il climatizzatore, ma mettendo sul piatto le promozioni delle case si riesce comunque a navigare sui prezzi di listino, guadagnando gli optional essenziali.

    Chevrolet Spark

    La Chevrolet Spark altro non è che la sostituta della gloriosa Matiz, simpatica citycar affermatasi con buon successo nel corso degli anni. Tre metri e 60 centimetri di lunghezza e un piccolo bagagliaio per le esigenze quotidiane: prezzo a partire da 9.275 euro per la versione base e motore 1.0 da 68 cavalli.

    C1 Vanity Fair, griglia cromata

    Citroen è della partita con la C1, progetto nato insieme a Peugeot 107 e Toyota Aygo, quest’ultima almeno formalmente con un listino over-10 mila. Tre e cinque porte, la versione d’attacco Attraction parte da 9.550 euro. Poco più cara la Peugeot 107, visti i 9.850 euro necessari per la tre porte. Tre metri e 44 centimetri di lunghezza, il bagagliaio è ridotto all’osso: 139 litri.

    Il marchio re nel settore low-cost è Dacia. Qui i prezzi sono da discount su modelli completi: si passa dalla segmento B Sandero alla multispazio Dokker, fino al grande monovolume Lodgy.

    La Sandero assicura dimensioni adeguate con 4 metri e 6 centimetri di lunghezza, un ampio bagagliaio da 320 litri e listino da 7.900 euro per la versione 1.2 litri 75 cavalli Ambiance. Interessante anche la presenza di un motore moderno e appena lanciato sulla gamma Renault, come il turbo benzina 0.9 litri, poco sopra i 10.000 euro.

    Passando alla Dokker si è di fronte a un’auto di segmento C per dimensioni, mentre la carrozzeria è quella a metà tra station wagon e multispazio. Quattro metri e 36 centimetri, bagagliaio da ben 800 litri e un passo esagerato, con i suoi 281 centimetri. La versione Ambiance con motore 1.6 litri 85 cavalli parte da 9.900 euro. Inutile dire che è un motore di vecchia concezione, dal quale non dovete attendervi consumi record, né prestazioni e coppia da urlo.

    dacia-lodgy

    Stessa unità motrice montata sulla Lodgy, monovolume da 4 metri e 50 centimetri proposta a 9.900 euro nella configurazione 5 posti base. Lo spazio per i bagagli è di 827 litri.

    Non è un marchio low-cost, invece, Ford, in grado di proporre la versione base della Ka a 9.500 euro. Motore 1.2 litri 69 cavalli, linee piacevoli e spazio adeguato per le esigenze di mobilità cittadina.

    I coreani – che del prezzo hanno fatto il loro (iniziale) successo – sfoggiano due modelli “gemelli”: Hyundai i10 è la proposta con carrozzeria dai volumi più originali; motore 1.1 litri 69 cavalli e versione base partono da 8.950 euro: spazio sufficiente nei 3 metri e 59 centimetri di lunghezza, come il bagagliaio da 225 litri. Per chi predilige un aspetto più da due volumi tradizionale c’è, invece, la Kia Picanto. A 9.800 euro si porta a casa il più moderno motore 3 cilindri 1.0 69 cavalli, dai minori consumi e proposto a un prezzo maggiore sulla cugina Hyundai. Tre metri e 60 centimetri di lunghezza, 200 litri di bagagliaio.

    Non ha l’appeal per catturare grandi folle la Nissan Pixo, sviluppata congiuntamente alla Suzuki Alto. I prezzi partono da 8.300 euro e il motore è uno solo per tutta la gamma: 1 litri tre cilindri da 68 cavalli. Lunga 3 metri e 57 soffre l’assenza di un bagagliaio adeguato (appena 129 litri). Stessa capacità per la Alto, più corta però di 7 centimetri e con un prezzo ancor più conveniente: 7.965 euro per la versione base.

    Tornando in Europa c’è poi la Renault Twingo, non più giovanissima e in attesa che arrivi tra un anno o poco più la nuova generazione. A 9.850 euro viene offerta la versione base con motore 1.2 litri da 75 cavalli. In tre metri e 69 centimetri c’è spazio per quattro persone, potendo scegliere se privilegiare il confort di chi siede dietro oppure il bagagliaio, in grado di assicurare 230 litri con il divanetto spostato in avanti.

    Volkswagen up!, frontale

    Tre progetti in uno. Sono la Seat Mii, Skoda Citigo e Volkswagen up!. Provano a replicare il successo di C1, 107 e Aygo, con prezzi allineati e distanziati di poche centinaia di euro. La più conveniente è la Seat Mii, a 9.150 euro, contro i 9.180 euro della Citigo e 9.750 della Up!, avvantaggiata dal brand Volkswagen sul cofano. Peccato che le versioni d’ingresso siano davvero scarne (come già anticipato in precedenza, escamotage per proporre listini il più concorrenziali possibile). Le dimensioni parlano di una lunghezza di 3 metri e 56 centimetri e un bagagliaio da 238 litri.

    Questo è quanto offre il mercato delle auto nuove, mentre le alternative per spendere poco e avere modelli più grandi passano dall’usato e dalle promozioni delle case costruttrici. Certo è che i rischi dietro all’acquisto di un modello usato vanno messi in conto e non sempre il gioco vale la candela.

    1051

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMotori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI