Abbigliamento uomo firmato: i 10 marchi più famosi al mondo

Abbigliamento uomo firmato: i 10 marchi più famosi al mondo
da in Abbigliamento Uomo, Armani, Diesel, Dolce e Gabbana, Gucci, Moda Uomo
Ultimo aggiornamento:
    Abbigliamento uomo firmato: i 10 marchi più famosi al mondo

    L’abbigliamento deve riflettere la personalità di un uomo, la sua irriverenza, il suo istinto e il suo senso dello stile. Gli abiti celebrano l’individualismo, la reale spiritualità o presunta tale e sempre più persone preferiscono affidare questo compito a chi degli abiti ne ha fatto uno scopo di vita, una passione, investendo ogni attimo della propria vita al mondo della moda.

    Vediamo quali sono i brand più gettonati e perché:

    -Ralph Lauren: marchio lifestyle di lusso come nessun altro, é al top della classifica tra i brand di moda maschile (soprattutto negli USA). Ralph Lifshitz Rueben (alias Ralph Lauren) non ha frequentato una scuola di moda, ma ha lavorato per Brooks Brothers come commesso nei primi anni Sessanta. Nel 1967, con l’appoggio finanziario di un amico, Lauren ha aperto un negozio di cravatte di sua invenzione, con l’etichetta “Polo”. Nel 1970, Ralph Lauren ha vinto il Premio Coty per la linea di abbigliamento maschile. La Polo, famosa maglia a manica e colletto con il logo del Polo, fu messa in commercio nel 1972. In 24 colori diversi, diventa ben presto un classico. Ha anche ottenuto il premio per il miglior design nell’abbigliamento per il film ”Il grande Gatsby”. Il resto è storia.
    Oggi, Ralph Lauren è uno dei marchi statunitensi preferito da molti uomini per la qualità, il design e la classe della moda di fascia alta.

    -Diesel: vibrante e made in Italy é il secondo brand preferito dagli uomini di tutto il mondo. L’abbigliamento Diesel é destinato ad un mercato giovane, in particolare per i jeans, ma la marca offre tutto, dalla biancheria intima ai profumi. Diesel ha la passione per la moda e l’arte e sponsorizza la U-Music Contest diesel e il Sundance Festival, oltre ad essere la prima azienda di abbigliamento a commercializzare gli abiti in un videogioco.

    -Calvin Klein: CK é popolare per il suo stile un po’ folle tra i ragazzi più alla moda. Dallo sportivo, al denim e all’intimo, il marchio CK é iconico e ha compiuto passi enormi nel mondo della griffe. Se si pensa solo alla linea di profumi, non si può che constatare il massimo del gusto – ‘Eternity’, ‘Obsession’ e ‘CK One’ . La biancheria intima di Calvin Klein, pubblicizzata nel 1990 con cartelloni giganti raffiguranti le immagini del cantante pop “Marky Mark” – ora attore Mark Warlberg – è stato un tale successo che gli slip del marchio sono diventati comunemente noti come “Calvins”.

    -Gucci: questo marchio di lusso made in Italy é al top della moda e gode di un ampio consenso nel mercato globale. Il marchio degli splendidi prodotti in pelle, vanta molte innovazioni che nascono dalla casa ispiratrice Gucci. Fondata nel 1921 da Guccio Gucci, negli anni 1960 e 1970, é stato all’apice dello chic, grazie a icone come Audrey Hepburn, Grace Kelly e Jacqueline Onassis e dalla fine del 1980 ad oggi, é una delle case di moda più influenti al mondo – E’ stato inoltre recentemente nominato uno dei migliori produttori di abiti classici in tutto il mondo.

    -Burberry: Fondata da 1856 da Thomas Burberry, Burberry Prorsum é oggi una società di moda di lusso di proprietà britannica, famosa per il suo abbigliamento, i profumi e gli accessori di moda. Il tartan, il caratteristico quadrettato del marchio, è diventato uno dei modelli più copiati di tutti i tempi, assieme al logo equestre di Burberry Knight con la parola latina “Prorsum” (avanti) creato nel 1901. Nel 1911 il brand sponsorizza Roald Amundsen, il primo uomo a raggiungere il Polo Sud, e Ernest Shackleton, che ha guidato una spedizione nel 1914 per attraversare l’Antartide. Una giacca in gabardine di Burberry è stata indossata da George Mallory sul suo tentativo sfortunato di raggiungere la vetta del monte Everest nel 1924. Nel 1914 Burberry é stato incaricato dal ministero della Guerra di confezionare un cappotto per gli Ufficiali. Nacque così il “trench”, che dopo la guerra, è diventato di uso popolare tra i civili.
    L’iconico quadrettato Burberry nero, bianco, rosso e beige creato nel 1920 e utilizzato come rivestimento nel trench, é ancora oggi usato per confezionare collezioni intere.

    -Nike: Secondo la mitologia greca, Nike era la dea che personificava la vittoria e oggi, il logo Nike, è universalmente riconosciuto come un simbolo di “trionfo”. Fondata nel 1964 come Blue Ribbon Sports da Bill Bowerman e Philip Knight, Nike è il fornitore leader mondiale di scarpe sportive e abbigliamento e uno dei maggiori produttori di attrezzature sportive. La Nike adotta una strategia di marketing incentrata sull’ “urban fashion” e sulla cultura hip hop, oltreché su contratti di sponsorizzazione con celebrità tra gli atleti e le squadre di professionisti. Il marchio Nike comprende: Nike Golf, Nike Pro, Nike +, Air Jordan, Nike Skateboarding e associate quali Cole Haan, Hurley International, Umbro e Converse. Oltre alla produzione di abbigliamento e attrezzature sportive, la società opera in negozi sotto il nome di Niketown. Ha anche collaborato con Apple Inc. per produrre Nike + che monitora le prestazioni di un corridore tramite un dispositivo radio posizionato nella scarpa.

    -Hugo Boss: é disponibile in due marchi principali – ‘Boss’, con diverse linee e ‘Hugo’ che offre abbigliamento d’affari, casual, scarpe, borse, orologi e profumi.

    La linea principale, Boss Black, è la moda sia per gli affari che per gli eventi sociali, mentre il Boss Orange punta ad un target di pubblico più elevato. Il suo fondatore, Hugo Boss, ha creato la sua azienda di abbigliamento nel 1924 a Metzingen, piccola cittadina a sud di Stoccarda. Costretto a dichiarare bancarotta nel 1930, Hugo nel 1931 é diventato membro del partito nazista e forniì le uniformi alle SS e a Hitler. Con la sconfitta della Germania nel 1945, Boss venne accusato di essere devoto alla causa nazista e spogliato del diritto di voto. Morì nel 1948, ma la sua attività è sopravvissuta, e così oggi, ci godiamo i frutti del suo lavoro.

    -Dolce & Gabbana: con più di 20 anni di design, il marchio originale é stato fondato da Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Più formale e ‘senza tempo’ rispetto allo sgargiante fratellino ”D & G” che ha una linea leggermente più casual di ispirazione urbana, si presenta come nuovo, di lusso, autentico e non convenzionale – uno stile che esprime nuove forme di eleganza.

    -Armani: classificato come uno dei marchi di abbigliamento maschile leader a livello mondiale, Armani ha un seguito fedele, che apprezza le linee pulite e su misura di ogni collezione. Giorgio Armani ha fondato la sua compagnia nel 1975, e dal 2001 è stato acclamato come il miglior marchio made in Italy. Armani è stato il primo stilista a vietare i modelli con un indice di massa corporea troppo basso. “Io sono già in linea. Per le mie sfilate non ho mai voluto ragazzi troppo magri, preferisco modelli che sappiano portare bene i miei abiti”.

    -Prada: per molti è il marchio simbolo del lusso. La sua origine risale al 1913, a Milano, con la nascita di un marchio specializzato in cuoio da parte di Mario Prada. Grazie all’originalità dei sui prodotti, bauli, borse, valigie e scarpe, diventa presto conosciuto in tutta Europa e negli Stati Uniti. Qualche tempo dopo l’azienda si specializza nella progettazione di accessori, in particolare borse e valigie in pelle impermeabile. Ma fu solo nel 1978, con la gestione Miuccia Prada, nipote di Mario, che la società prende una svolta decisiva. Già negli anni ’90 Prada ottiene un posto tra i principali brand di moda nel mondo, con il marchio Miu Miu Miuccia, volto ad un pubblico giovane. Attualmente è assodato che Prada é un marchio molto esclusivo, conosciuto in tutto il mondo, che risponde agli aggettivi “ultra chic”, “alternativo”, “intellettuale” e di “tendenza”.

    Tanti marchi, tante scelte: quale quella migliore per i vostri gusti?

    1270

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Abbigliamento UomoArmaniDieselDolce e GabbanaGucciModa Uomo Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/07/2015 16:47
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI