Mc Donald’s diventa Vegetariano: ci prova con il Menù Green

Mc Donald’s diventa Vegetariano: ci prova con il Menù Green
da in Food & Drinks, Relax
Ultimo aggiornamento:
    Mc Donald’s diventa Vegetariano: ci prova con il Menù Green

    Mc Donald’s diventa vegetariano e si lancia nella creazione di menù green. D’ora in poi non si potrà più dire che la famosa catena di fast food vende solo patatine fritte, bibite gassate, hamburger ripieni di etti di carne scadente e conditi con salse altamente caloriche. E’ arrivato dunque, anche per il colosso americano del junk food, il momento di cambiare rotta con l’introduzione di panini vegetariani.

    Il progetto è stato avviato in Canada, dove per la prima volta sono comparse sul menù due tortille ricche di verdure, mais, cipolle e salse naturali, battezzate Santa Fe e Mediterranean Wrap.

    A tal proposito, John Betts, CEO di McDonald’s Canada, ha dichiarato nel corso di una recente intervista:

    ‘La gente ci chiede sempre prodotti vegetariani. Così abbiamo tentato di sorprenderli, creando un prodotto molto più contemporaneo’.

    L’esperimento sembra aver già dato i suoi frutti, ma è presto per tirare le somme, tuttavia se i risultati dovessero confermarsi positivi i menù vegetariani verrebbero esportati anche in Europa e negli Stati Uniti.

    In realtà l’idea di introdurre prodotti senza derivati della carne non è del tutto nuova, infatti in India le pietanze vegetariane sono già diffuse nei Mc Donald’s da qualche anno. Il motivo di una così larga diffusione è certamente dovuto a questioni religiose, le stesse che hanno spinto il colosso americano ad introdurre tali alimenti: la carne di manzo offende gli Hindu, mentre quella di maiale i mussulmani.

    E’ innegabile che Mc Donald’s negli ultimi anni stia conducendo, con forza, un’importante campagna marketing, con lo scopo di debellare l’idea, profondamente radicata nella maggior parte della gente, che il fast food più conosciuto nel mondo produca solo cibo di bassa qualità. L’intento è anche di conquistare un’altra fetta di società, quella che non rinuncia ad una corretta e sana alimentazione.

    Di qui la scelta di arricchire, giù da diverso tempo, i menù con porzioni di insalata e frutta, al fianco dei tradizionali panini.

    E intanto, al fianco della rivoluzione alimentare capitanata da Mc Donald’s, a New York e Detroit, ne esiste un’altra, forse di minor risonanza globale, ovvero quella condotta dai lavoratori di Mc Donald’s che vorrebbero, con i loro scioperi, ottenere una paga più degna di quella attuale (7,25 dollari all’ora).

    458

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Food & DrinksRelax Ultimo aggiornamento: Domenica 12/01/2014 19:16
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI