Damasco: storia e tradizione in Medio Oriente

Damasco: storia e tradizione in Medio Oriente
da in Relax, Viaggi
Ultimo aggiornamento:

    Poco considerata come meta vacanze, Damasco, e la Siria in generale, nascondo comunque fascino e grande tradizione riguardante la cultura della civiltà araba. Un’idea vacanze imperdibile, per conoscere un lato di Medio Oriente poco pubblicizzato dalla televisione.

    “Ogni uomo ha due dimore: la sua casa e la Siria”, così recita un vecchio detto arabo, riferendosi al grande patrimonio lasciato dalle primissime origini della civiltà in Siria, che fa della nazione la casa di tutti e l’orgoglio del Vicino Oriente. Un Paese da sempre simbolo della cultura e delle tradizioni della civiltà araba, che sulle rive dell’Eufrate trovò ospitalità e progredì nel tempo.

    La città più rappresentativa è indubbiamente la capitale Damasco, con i suoi 6000 anni di storia, che si possono notare già dalle mura della città vecchia, di origini romane, o dal suq Hamidiyah, un tradizionale mercato che si estende per tutta la via lastricata del centro, costruita dagli Ottomani nell’Ottocento, fino ad arrivare alla moschea degli Omayyadi, una delle più venerate di tutto l’Islam.

    Da non perdere, inoltre, è il Museo Archeologico Nazionale, che ospita una delle costellazioni archeologiche del Medio Oriente più ricche che si conosca, oltre a presentare particolari decorazioni floreali che abbelliscono uno dei luoghi un tempo usati come punto d’incontro con i carovanieri o con i capi tribù, per risolvere problemi politici.

    Un viaggio affascinante alla scoperta di una civiltà fantastica, dunque, sempre presentata in forma approssimativa dai media, per trascorrere un soggiorno indimenticabile nel clima mite del Medio Oriente, rilassandoci nella nostra “seconda” dimora.

    Per informazioni: www.siriaviaggio.it

    292

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RelaxViaggi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI