Speciale Natale

7 hotel prigione: quando le carceri diventano alberghi di lusso

7 hotel prigione: quando le carceri diventano alberghi di lusso
da in Relax, Viaggi

    Se siete in cerca di un’esperienza fuori dagli schemi, per trascorrere una vera notte galeotta con la vostra nuova fiamma, cosa c’è di meglio di un hotel costruito dentro una galera? Di certo il vostro fascino da bad boy guadagnerà un sacco di punti! Noi abbiamo scovato in giro per il mondo ben 7 hotel prigione, che vi lasceranno letteralmente a bocca aperta. Pronti a passare una notte da detenuto in una cella extra lusso?

    Scoprite i 7 hotel nati dalle macerie di ex galere e scegliete quello che fa per voi. Mi raccomando, avvertite la vostra compagna della vostra scelta bizzarra, altrimenti sul posto potrebbe decidere di darvi un clamoroso due di picche! Vi conviene optare in partenza per una donna coraggiosa e con un grande senso dell’umorismo!

    LIBERTY HOTEL, BOSTON, USA

    La prigione di Charles Street è stata inaugurata nel 1851 ed è un pezzo importante della storia di Boston. Nelle sue 220 celle ‘ha ospitato’ personaggi illustri del calibro di Malcom X e Albert De Salvo, lo strangolatore. Il carcere è stato chiuso definitivamente nel 1990, per eccessivo sovraffollamento. Soltanto di recente l’edificio è stato completamente restaurato, per poi essere adibito ad hotel, peraltro uno dei più lussuosi di tutto il Massachusetts, con la sua imponente hall, il blocco di celle, i ristoranti di classe e ben 298 suite.

    MALMAISON, OXFORD, UK

    Il maestoso Malmaison Hotel ad Oxford è un pezzo importante della storia locale con i suoi 1000 anni di vita. Originariamente il castello fu costruito nel XI secolo, tuttavia durante la guerra civile inglese fu quasi completamente distrutto. Nel corso del 1800, dallo scheletro principale venne realizzato un carcere di massima sicurezza. Il penitenziario venne chiuso soltanto nel 1996, da quel momento tutta l’area circostante è totalmente riqualificata con un centro commerciale e appunto un luxury hotel. Durante il soggiorno al Malmaison, è possibile noleggiare la divisa dei detenuti, in bianco o nero. Fate attenzione! Lungo i corridoi potrete incontrare Mary Blandy, una detenuta del XVIII secolo, il cui fantasma si aggira ancora oggi nella struttura. Siate cordiali con lei…sarà stanca di errare per il Malmaison da secoli!

    LANGHOLMEN HOTEL, STOCCOLMA, SVEZIA

    Questa prigione, circondata da cortili verdeggianti e dotata di 500 celle, è stata chiusa nel 1989. E’ stato il più grande penitenziario della Svezia. Subito dopo, nel 1991, venne riqualificata come maxi area per le vacanze estive di giovani e adulti: furono infatti costruiti un hotel e un ostello per la gioventù.

    FOUR SEASON, ISTANBUL, TURCHIA

    Si dice sempre banalmente ‘Stai attento a non farti mettere in gattabuia in Turchia! Da lì non ne esci vivo!’, ma non è poi così vero…Nel quartiere Sultanahmet, nel cuore dell’antica Istanbul, si trova il Four Seasons Hotel. Questo albergo di lusso in realtà è stato, in passato, la prima prigione della capitale dell’impero Ottomano, ma è anche noto perché è stato il set cinematografico del thriller ‘Midnight Express’ (1978). In considerazione della sua posizione strategica, a due passi dalla Moschea Blu e dal Palazzo Topkapi, una volta chiusa la prigione, è stata velocemente ristrutturata e trasformata nel luxury hotel and spa di oggi.

    PRIGIONE KAROSTA, LIEPAJA, LETTONIA

    In questo caso non parliamo di hotel di lusso, ma pur sempre di un ex penitenziario riqualificato.

    L’ex Prigione militare Karosta, in Lettonia era controllata dal regime zarista prima e dal KGB poi; in seguito, alla fine degli anni ’90, fu trasformata in un museo, che divenne in breve l’attrazione principale di Liepāja. Qui potrete passare una vera notte da detenuti, con tanto di letto in ferro, pasto da carcerato e controlli notturni delle sentinelle di guardia. Il tutto per la modica cifra di 14 euro. Non abbiate timore di portare anche i vostri bambini, per loro il prezzo è scontato e il trattamento ovviamente differente: a loro viene rivolto un intenso programma educativo su come evitare nella vita di finire realmente in un luogo del genere! Troverete parcheggio gratuito, ma colazione non compresa nel prezzo.

    HET ARRESTHUIS, ROERMOND, OLANDA

    Il Het Arresthuis è a tutti gli effetti un luxury Hotel, tuttavia il passaggio da temutissimo penitenziario a struttura di lusso è stato brevissimo, oseremmo dire fulmineo. La prigione ha chiuso i battenti ufficialmente nel 2007 e il resort ha aperto nel 2013, forse le urla dilanianti dei detenuti sono rimaste ancora imbrigliate tra le pieghe della nuova struttura….Dalle 150 celle originarie sono state realizzate 38 ampie abitazioni, con 4 suite: The Jailer, The Lawyer, The Director e The Judge. E per mantenere vivo il ricordo della prigione, non possono essere chiuse dall’interno! Lo stile è un mix tra design olandese ed elementi originali del penitenziario, risalenti al 1863. Se siete appassionati di questo genere di luoghi e volete conoscerne a fondo la storia, le sentinelle della prigione saranno liete di illustrarvela con l’ausilio di numerose diapositive.

    HOTEL PRIGIONE OLD MOUNT GAMBIER GAOL, AUSTRALIA

    Anche in questo caso parliamo di una struttura modesta, niente a che vedere con i resort che vi abbiamo illustrato poc’anzi. Sulla costa Limestone, in Australia, sorge l’Hotel Prigione Old Mount Gambier Gaol. Quando il penitenziario venne chiuso nel 1994, una famiglia comprò la proprietà e vi costruì una sorta di ostello per escursionisti. La sua posizione strategica a pochi passi dalla regione del Blue Lake, l’ha reso da subito una meta prediletta dai turisti in cerca di strutture a buon mercato. L’hotel attualmente non è stato molto modificato, le celle conservano le medesime porte, all’esterno si trova un muro rivestito di graffiti realizzati dai precedenti detenuti e c’è ancora il filo spinato lungo tutto il perimetro! Tranquilli, non vi chiuderanno a chiave, la vostra porta rimarrà sempre aperta, così potrete andare e venire, quante volte lo vorrete!

    Un’ultima raccomandazione: ricordatevi di verificare sempre se avete abbastanza soldi per pagare la cauzione!

    1033

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RelaxViaggi

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI