Speciale Natale

Snowpiercer, la serie cult post-apocalittica per la prima volta Italia

Snowpiercer, la serie cult post-apocalittica per la prima volta Italia
da in Fumetti, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:
    Snowpiercer, la serie cult post-apocalittica per la prima volta Italia

    I fumetti sono la nuova risorsa di idee per il cinema. Non ci riferiamo solo ai comics di supereroi made in USA ma anche al fumetto d’autore, che sta ottenendo il meritato riscontro a livello di vendite, anche in Italia. Salutiamo quindi con piacere l’arrivo in Italia di Snowpiercer, serie a fumetti francese realizzata da Jean-Marc Rochette e Benjamin Legrand. Il titolo originale dell’opera è ‘Le Transperceneige‘, ma in tutto il mondo è ormai conosciuta come Snowpiercer: merito del film omonimo, che sta per uscire anche in Italia (27 febbraio) e che si preannuncia uno dei cult assoluti dell’annata cinematografica. Ennesima dimostrazione che fumetto e cinema sono vivono ormai in sinergia.

    Il cinema vive di fumetti, non solo ad Hollywood e in Asia ma anche in Italia, si pensi alla prossima trasposizione delle tavole di Zerocalcare per mano di Valerio Mastandrea. Una nuova tendenza, però, è il fumetto che vive di cinema, un esempio su tutti Mark Millar, autore di Kick-Ass, che oggi scrive comics in modo che siano già pronti per passare sul grande schermo (Nemesis, Superior, Supercroocks). In questo contesto complesso la Francia è sempre stata una felice eccezione, isola dove il fumetto (o BD, come lo chiamano loro) è considerato alla stregua delle altre arti. Non poteva che arrivare da quei lidi, quindi, un’opera complessa come ‘Le Transperceneige’, fantascienza post-apocalittica ambientata in una Terra preda di una nuova era glaciale.

    La popolazione, decimata e condizionata dal gelo, vive rinchiusa nei mille vagoni dello Snowpiercer, un treno che non si ferma mai e che ripropone, in un’atmosfera claustrofobica, le dinamiche sociali del mondo che non esiste più.

    Lo Snowpiercer, alimentato da un motore a moto perpetuo, è l’ultimo bastione della civiltà. Tra gli angusti scompartimenti, però, non sono tutte rose e fiori. I vagoni sono divisi come fossero classi sociali: i più poveri ammassati in fondo e i più ricchi nelle lussuose carrozze di prima classe. Un equilibrio instabile eroso dal passare del tempo, finchè non iniziano a circolare voci di una rivolta nei vagoni di coda. Un tema del genere non poteva non attirare l’attenzione di un autore asiatico come Bong Joon-ho, che con l’apocalisse ha un feeling particolare (suo il bellissimo The Host). E’ proprio lui il regista del film Snowpiercer, in uscita anche nelle sale italiane per la gioia di migliaia di fan speranzosi. Nel cast troviamo Chris Evans (che ha già dato il volto a Captain America), Jamie Bell, John Hurt, Tilda Swinton e Octavia Spencer.

    Quale modo migliore, per immergersi nelle atmosfere di questa era glaciale ambientata nel 2031, se non leggendo il fumetto originale, per la prima volta in Italia grazie all’opera dell’Editoriale Cosmo (ben nota agli appassionati). La serie, scritta da Benjamin Legrand e Jacques Lob e disegnata da Jean-Marc Rochette, arriverà da noi in un unico volume integrale di 256 pagine. Un’occasione da non perdere, per scoprire come anche il fumetto possa diventare arte.

    513

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FumettiSpettacoli

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI