NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Matrimonio a Parigi, trailer del film con Massimo Boldi

Matrimonio a Parigi, trailer del film con Massimo Boldi
da in Cinema, Spettacoli, Rocco Siffredi

    Nello stesso momento in cui il freddo inizia a far sentire la sua morsa lungo lo stivale, puntuale come le cambiali ecco arrivare anche i cinepanettoni, invenzione tutta italiana. Da un paio d’anni Massimo Boldi ha deciso di giocare d’anticipo, così ecco che anche l’ultimo Matrimonio a Parigi esce molto prima del Natale.

    La coppia formata da Massimo Boldi e Christian De Sica può essere considerata a buon diritto la causa principale del proliferare delle commedie natalizie di bassa lega, quelle dove la comicità è quasi sempre giocata sull’equivoco di natura sessuale e dove la trama propone le stesse macchiette in salsa sempre diversa.

    Matrimonio a Parigi non fa certo eccezione, e state certi che troverete tutto quel che potreste attendervi da una commedia del genere. Che è poi anche la ragione del successo della formula, che rappresenta una sorta di certezza rassicurante per il pubblico medio. Pago il biglietto ma già so che non rimarrò deluso.

    Non c’entra la qualità del prodotto, perché la delusione verrebbe dall’assenza di quei volti noti e di quegli sketch che consentono di staccare dalla realtà per due ore e rifugiarsi in un mondo molto (troppo) televisivo. I nomi sono sempre gli stessi: oltre a Massimo Boldi troviamo infatti Anna Maria Barbera, Biagio Izzo, Massimo Ceccherini ed Enzo Salvi.

    La vera sorpresa semmai viene dalla presenza di Rocco Siffredi, orgoglio nazionale che veste i panni inediti di uno stilista francese che tampina le donne ma quando vede che le cose si mettono male non disdegna nemmeno un bel maschio italiano (si fa per dire, visto che parliamo di Ceccherini). Al centro della storia troviamo un imprenditore del nord, che vende i suoi prodotti in televisione su un canale locale.

    Fiero evasore delle tasse, un giorno entra in contatto con un finanziere del sud, ligio al dovere e sempre a caccia di evasori: i loro figli, entrambi artisti, condividono infatti un appartamento a Parigi. Il giorno della consegna dei diplomi dell’istituto d’arte sarà la scusa per un viaggio nella capitale francese in cui si incroceranno vite e destini delle due famiglie.

    Il tema dell’evasione fiscale è soltanto un pretesto, ovviamente, e nessuno si aspetta davvero una critica sociale nel film diretto da Claudio Risi. La paura, a vedere il trailer, è che anche le risate faranno la parte dei latitanti: sempre le stesse gag e battute, ormai trite e ritrite. E mentre si parla di una reunion della premiata ditta Boldi De Sica, chi ha il coraggio potrà trovare Matrimonio a Parigi in tutti i cinema da oggi 21 ottobre 2011. Ecco il trailer.

    470

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CinemaSpettacoliRocco Siffredi
    PIÙ POPOLARI