Le luci di settembre di Carlos Ruiz Zafòn

da , il

    Le luci di settembre di Carlos Ruiz Zafòn

    Il successo editoriale dello scrittore spagnolo Carlos Ruiz Zafòn in Italia si deve al romanzo del 2002 L’ombra del vento, che nel 2004 ha invaso le nostre librerie con il suo mix perfetto di mistero e atmosfera. In pochissimo tempo Zafòn è diventato un vero e proprio caso editoriale, nonché esponente di spicco della nuova narrativa spagnola.

    Nato artisticamente come autore di romanzi per ragazzi, da quando ha deciso di dedicarsi anche al racconto adulto ha inanellato un successo dietro l’altro. Da noi, oltre al già citato L’ombra del vento, risultati di vendita da rimarcare ha ottenuto anche Il gioco dell’angelo del 2008.

    Negli ultimi tempi, la Mondadori ha messo in atto una riscoperta del catalogo di Zafòn che prevede anche romanzi minori, comunque ancora inediti da noi. Di questi fa parte Le luci di settembre, datato 1995 e revisionato dall’autore nel 2007.

    Secondo molte voci critiche questo voler riprendere i vecchi titoli sarebbe sinonimo della classica strategia del cavare ogni possibile risorsa dal fenomeno di turno, senza alcuna discriminazione in base alla qualità delle opere. C’è un fondo di verità in queste critiche, ma i fan di Zafòn sembrano comunque aver risposto all’appello, visto che Le luci di settembre è salito in poco tempo in cima alle classifiche di vendita.

    Già Il palazzo di mezzanotte e Marina facevano parte di questa logica editoriale di recupero, e possiamo certamente dire che non si tratta del meglio dello scrittore. Le atmosfere dei suoi romanzi principali sono già presenti, ma non quel fascino che ha reso L’ombra del vento un classico.

    Veniamo comunque a questo Le luci di settembre: la storia prende il via durante l’estate del 1937, quando Simone Sauvelle, rimasta all’improvviso vedova, abbandona Parigi assieme ai figli, Irene e Dorian, e si trasferisce in un piccolo paese sulla costa per sfuggire agli ingenti debiti accumulati dal marito. Qui trova lavoro come governante per il facoltoso fabbricante di giocattoli Lazarus Jann in una gigantesca magione chiamata Cravenmoore, dove l’uomo vive con la moglie malata.

    All’inizio tutto sembra andare per il meglio. Lazarus si dimostra un uomo gradevole, tratta con riguardo Simone e i figli, a cui mostra gli strani esseri meccanici che ha creato, mentre Irene si innamora di Ismael, il cugino di Hannah, la cuoca della casa. Ma eventi macabri e strane apparizioni sconvolgono l’armonia di Cravenmoore: Hannah, viene trovata morta e una misteriosa ombra si impossessa della tenuta. Spetterà a Irene e Ismael lottare contro un nemico invisibile per salvare Simone e svelare l’oscuro segreto che avvolge la fabbrica dei giocattoli. Le luci di settembre è edito da Mondadori al prezzo di € 19,00.