Speciale Natale

Kurt Cobain, vent’anni dalla morte: le canzoni più famose

Kurt Cobain, vent’anni dalla morte: le canzoni più famose
da in Musica, Spettacoli, Cantanti
Ultimo aggiornamento:

    Il 5 aprile 1994 Kurt Cobain veniva ritrovato morto nella sua casa di Seattle, un fucile accanto al corpo. Il verdetto è stato immediato: il leader dei Nirvana si è suicidato, minato dalla depressione e dall’abuso di droga. Il portavoce della cosiddetta ‘generazione X’ da artista sensibile e tormentato si trasformava così in icona assoluta degli anni ’90, nonché simbolo del movimento grunge. Il 5 aprile 2014 saranno passati esattamente vent’anni dalla morte di Kurt Cobain e la sua influenza sul rock è più viva che mai, così come le polemiche e le ipotesi sulla sua morte. Noi vogliamo ricordare un grande artista attraverso la sua musica, ovvero le canzoni migliori dei Nirvana.

    SMELLS LIKE TEEN SPIRIT (1991): canzone più famosa dei Nirvana, pezzo d’apertura di Nevermind e inno generazionale per chiunque sia cresciuto negli anni ’90.

    ALL APOLOGIES (1993): una struggente ballata dedicata da Kurt a sua moglie Courtney Love e alla loro figlia Frances Bean.

    IN BLOOM (1991): manifesto della musica grunge, con un video che prende in giro chi ascolta musica indie senza capirla.

    HEART SHAPED BOX (1993): canzone simbolo dell’album In Utero, gran successo commerciale e vincitore del ‘best alternative video’ agli MTV Video Music Awards 1993.

    COME AS YOU ARE (1991): secondo singolo più venduto dei Nirvana dopo Smells Like Teen Spirit, inserito da Rolling Stone nelle 500 canzoni immortali.

    LITHIUM (1991): terzo singolo da Nevermind, racconta la storia di un uomo che scopre la religione come ultimo rifugio dopo la morte della sua ragazza.

    RAPE ME (1993): con un titolo del genere, questa canzone non poteva che scatenare polemiche. Il tema è delicato: parla dello stupro dal punto di vista di chi lo subisce.

    POLLY (1991): anche qui si parla di stupro, questa volta dal punto di vista del criminale che lo commette. E’ una delle canzoni più vecchie dei Nirvana, risalente a fine anni ’80.

    PENNYROYAL TEA (1993): terzo singolo estratto da In Utero, racconta gli effetti della Pennyroyal, erba che può portare alla morte se assunta in dosi eccessive.

    BREED (1991): i Nirvana non ne fecero un singolo ma Breed ancora oggi è una delle canzoni più famose della band, merito di un testo a base di ‘I don’t care’ e ‘I don’t mind’.

    463

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MusicaSpettacoliCantanti

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI