James Bond, nuovo romanzo di 007 in arrivo a settembre

James Bond, nuovo romanzo di 007 in arrivo a settembre
da in Libri, Spettacoli, James Bond
Ultimo aggiornamento:

    Il suo nome è Bond, James Bond, ed è pronto a tornare sugli scaffali con un nuovo romanzo che serva al tempo stesso da celebrazione del compleanno dell’agente segreto più famoso del mondo ma anche come inizio di una nuova vita editoriale. Una vita che dovrà ovviamente fare a meno di Ian Fleming, giornalista e scrittore britannico che nel 1953 ha dato vita a 007 rivoluzionando la letteratura gialla. Il nuovo romanzo di James Bond uscirà il prossimo 26 settembre, scritto dalle sapienti mani di William Boyd. Sarà abbastanza forte da evitare le polemiche?

    Secondo una larga fetta di lettori non esiste James Bond senza Ian Fleming, almeno per quanto riguarda la versione cartacea, ma probabilmente sono gli stessi che sostenevano che non potesse esistere 007 cinematografico senza il volto di Sean Connery. La verità è che si tratta di un personaggio che trascende le epoche, ed è quindi giusto in un certo senso aggiornarlo alla sensibilità moderna. Che poi, va specificato, il nuovo romanzo scritto da Boyd non dovrebbe proporre nulla di rivoluzionario, portando Bond indietro nel tempo fino al 1969, epoca di grandi slanci (uomo sulla Luna) ma anche di conflitti sociali e geopolitici (il Vietnam). Un agente 45enne si muoverà in questo contesto fluido per sventare le solite minacce e conquistare la bella (e pericolosa) di turno.

    Al momento questi sono gli unici particolari trapelati da un comunicato congiunto scritto a quattro mani dagli editori e dalla società Ian Fleming Publications, che detiene i diritti d’autore sulla saga dell’agente 007. Il profondo legame con il passato è confermato anche da un altro dettaglio non secondario, ovvero il nome della casa editrice scelta per pubblicare l’avventura numero 17 di Bond: si tratta della Jonathan Cape, quella che per prima ebbe il merito di credere nel personaggio, stampando i romanzi di Ian Fleming. Ricordiamo che lo scrittore in tutta la sua carriera ha prodotto 14 storie dedicate a 007, da Casino Royale del 1953 a Octopussy and The Living Daylights, pubblicato postumo nel 1966. In seguito solo due autori si sono misurati con la sua eredità, Sebastian Faulks nel 2008 e, soprattutto, Jeffery Deaver nel 2011. Entrambi con risultati molto discussi.

    William Boyd è chiamato quindi a un compito non facile, visto anche che nel 2012 si sono festeggiati i 60 anni di James Bond e i 50 anni dalla prima apparizione su schermo in Agente 007 – Licenza di uccidere.

    D’altra parte non si tratta certo di un novellino, visto che anche lo scrittore scozzese lo scorso anno ha festeggiato i 60 anni e che alle sue spalle ha una lunga carriera costellata di successi sia in veste di romanziere che di sceneggiatore. Di lui in Italia ricordiamo soprattutto il romanzo Brazzaville Beach, ma anche le trasposizioni per il cinema di opere di Mario Vargas Llosa e Joyce Cary. Al momento, come detto, non ci sono dettagli sulla trama, ma siamo sicuri che Bond tornerà più in forma che mai. Non resta che attendere.

    519

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN LibriSpettacoliJames Bond
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI