IT: 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King

Come ogni trasposizione cinematografica che si rispetti, ci sono sempre delle diversità fra il libro e il film. IT non fa eccezione: per questo abbiamo raccolto le 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King, difformità che l'occhio attento del lettore individuerà subito, ma che, stando alle critiche, non hanno minimamente intaccato la potenza del film.

da , il

    IT 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King

    Finalmente arriva nelle sale italiane IT. Le 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King non devono però turbare i “puristi” della letteratura, di quelli che “ma nel libro non era così!”, perché, nonostante ci sia qualche differenza rispetto all’opera di King, il film di IT ha ricevuto un plauso quasi unanime dai critici e da molti è già stato definito come la miglior trasposizione cinematografica di sempre dei libri del maestro dell’horror.

    Abbiamo individuato in IT 7 differenze fra il film del 2017 e il libro di Stephen King, variazioni sul tema non sempre da poco, ma che l’occhio attento del lettore non può non notare. Se non temete gli spoiler, seguiteci!

    1. Il periodo storico

    IT 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King 2

    Fra le differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King IT, la più eclatante è sicuramente riferita al periodo storico. Nell’opera originale i fatti si svolgono sul finire degli anni 50, mentre i Losers tornano ad incontrarsi per combattere contro Pennywise negli anni 80. Nel film in uscita, invece, tutto è ambientato negli anni 80: ciò vuol dire che la lotta fra IT e la banda si svolgerà ai giorni nostri.

    2. Mike Hanlon

    IT 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King 3

    La storia della vita di Mike Hanlon nel film di IT è molto diversa rispetto a quella raccontata all’interno del libro: nell’opera, infatti, i genitori del ragazzo sono ancora vivi e addirittura il padre ha una rivalidà con il padre del bullo Henry Bowers. Tutto questo nel film è stato parecchio modificato.

    3. Henry Bowers

    IT 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King 4

    Altro personaggio che subisce sorte diversa nel film rispetto al libro è il bullo Henry Bowers. Nell’opera, infatti, questi non muore nelle fogne di Derry, ma sopravvive fino all’età adulta, sebbene internato in manicomio. Nel film di IT del 2017, invece, lo vediamo cadere nel pozzo e, presumibilmente, morire. Ma non è detto che non riappaia nel capitolo due.

    4. Beverly e IT

    IT 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King 5

    Nel libro non c’è menzione circa il rapimento di Beverly da parte di IT. E’ però probabile che tale sequenza sia stata funzionale alla storia per velocizzare la discesa nelle fogne dei Losers.

    5. L’aspetto di IT

    IT 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King 8

    Nel libro di Stephen King, così come anche nella miniserie degli anni 90, IT si mostra ai Losers sotto forma di gigantesco ragno (forma che più si avvicina al suo vero aspetto). Nel nuovo film, invece, Pennywise mantiene sempre le sue fattezze di clown.

    6. Patrick Hockstetter

    IT 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King 7

    Anche la figura del bullo Patrick Hockstetter è molto diversa rispetto al libro. Infatti, Patrick viene definito da King come un sadico che per divertirsi uccide dei piccoli animali relegandoli in un frigo abbandonato di una discarica. Quando dopo il ritorno di IT va ad aprire il frigo, si trova davanti solo sanguisughe pronto a divorarlo e Pennywise che lo trascina nelle fogne.

    Nel film di IT del 2017, invece, Patrick è “solo” un bullo e niente di quanto appena descritto accade.

    7. Scene di sesso escluse

    IT 7 differenze tra il film 2017 e il libro di Stephen King 6

    Esattamente come accadde con la miniserie, anche in questa trasposizione sono state escluse le scene di sesso finali presenti nel libro. Dopo la sconfitta di IT, Beverly fa sesso con tutti i componenti della banda dei Losers, un atto che King ha spiegato come un passaggio dall’infanzia all’età adulta dei ragazzini.