Elio e le Storie Tese: L’Album Biango, il nuovo geniale disco [VIDEO]

da , il

    L’attesa è stata lunga, ma alla fine L’Album Biango di Elio e le Storie Tese è finalmente arrivato nei negozi. Il 7 maggio 2013 è il giorno del grande ritorno di una band che non delude mai, anticipato dal clamoroso singolo Complesso del Primo Maggio, riferimento ironico alla kermesse musicale che si tiene ogni anno a Roma come celebrazione del lavoratore. Elio e soci sono in forma smagliante, dimostrando ancora una volta un approccio geniale alle liriche senza per questo trascurare l’aspetto musicale, in grado di soddisfare i palati più fini tra citazioni ed evoluzioni sonore di grande fantasia. L’Album Biango, riferimento evidente al White Album dei Beatles, presenta molte novità e qualche ospite davvero gradito.

    Dopo le due canzoni presentate a Sanremo 2013 (Dannati Forever e La Canzone Mononota), Complesso del Primo Maggio è il terzo brano tratto dal nuovo disco che gli Elii hanno dato in pasto ai loro fan. Tre pezzi che dimostrano le diverse anime della band, pronta a dissacrare tutto e tutto senza paura di citare onanismo, cene eleganti, artisti pretenziosi e cantanti da concertone che un po’ lasciano il tempo che trovano. In questo senso l’introduzione scritta per il video di Complesso del Primo Maggio è perfetto esempio dell’attitudine della band: “Il primo maggio è caratterizzato dal concertone del Primo Maggio, che a sua volta è ricco di complessi del primo maggio. Il concertone del primo maggio genera complessi del primo maggio che suonano al concertone del primo maggio. Le implicazioni artistiche di questo fenomeno sono altalenanti“.

    L’Album Biango è la nona fatica in studio di Elio e le Storie Tese, e arriva a cinque anni da Studentessi. Il titolo e la copertina monocromatica sono, come detto, un riferimento-omaggio evidente al White Album, nono album dei Beatles, un gioco che peraltro la band aveva già fatto in occasione del live Made in Japan, che citava i Deep Purple. Durante la presentazione del disco, Elio e Cesareo hanno cercato di spiegare meglio il senso del titolo: il primo ha precisato che “é un riferimento chiarissimo all’albume dell’uovo cotto“, il secondo ha confessato che si doveva chiamare proprio ‘Album Bianco’, ma poi c’è stato un errore di battitura voluto per evitare una causa milionaria da parte dei baronetti britannici.

    Nella scaletta trovano spazio 15 nuove canzoni, ma cosa dobbiamo aspettarci di preciso da questo disco? Ce lo spiega Elio, con la consueta dose di ironia: “L’Album Biango é un album, cioé un disco, non un album di figurine anche se non è detto che il nostro prossimo lavoro non sia un album di figurine. L’importante è che il disco esca. Chi ama Elio e le storie tese se lo compra, chi non ci apprezza non lo farà mai. Siamo una band che compone musica per il piacere di farlo e non con l’obiettivo di vendere, infatti non vendiamo tanti dischi“. Voi fatevi un piacere e compratelo comunque.